Ai confini della realtà…

Premessa OT del tutto fine a se stessa: ho mandato un’email a Robb Reiner e a Lips Kudow degli Anvil per far loro sapere che il documentario “The Story Of Anvil” è una figata totale (e che il libro è anche meglio) ma che la loro tour manager italiana era talmente incompetente e stupida che mi ha messo in imbarazzo. Robb Reiner mi ha risposto. Fine della premessa OT.

Argomento del post: la figa unta di alta qualità e lo sfruttamento della stessa in TV

È venuto fuori un casino, ma un casino…

No, per dire, Dio tutto: l’altra sera accendo la tele e, su La7, c’era Gad Lerner che conduceva una trasmissione che aveva come subject la figa unta e il modo in cui la stessa viene sfruttata in TV.

Il nome di tutte le opinioniste intellettuali ospiti presenti non me lo ricordo, c’era anche Alba Parietti comunque.

Il fil rouge, in ogni caso, era (dio bomba atomica, NON M’INVENTO UN CAZZO!) lo schifo per le modalità attraverso cui le fighe bollenti mostrano tette e culi e svelinano qua e là dappercazzotutto e, più in generale, lo schifo per la figa tout-court.

Io non ho seguito il dibattito dall’inizio alla fine perché, dopo un po’, mi sono rotto all’interno dei coglioni. Tuttavia, a un certo punto, ho rimesso sul canale della Telecom e, proprio in quel preciso istante, stavano facendo vedere una specie di documentario sulle fighe che si intitola “Il Corpo Delle Donne” o qualcosa del genere.

Tutta roba di ottima qualità: culi marmorei di qua, culi marmorei di là, volti sorridenti di giovani silfidi, pushup(s), tette che puntano alla Stella Polare e cosce muscolose.

Poi, di colpo, schermo nero e primo piano della faccia di Gad Lerner.

Ho urlato.

Gad Lerner: “Io, guardando queste immagini, cioè, sono rimasto davvero sconvolto; cioè, dai, ma si può? Non riesco nemmeno a esprimere lo schifo per la neo-schiavitù del corpo femminile. Siamo nel 2009, dove sono andate a finire tutte le battaglie per i diritti delle donne? Dove? Eh? Dove? Scusate un attimo ma io dovrei scappare in cesso a vomitare perché davvero mi sta venendo su la bresaola che ho mangiato prima.”
Femminista autrice del documentario: “È una vergogna! Non posso credere che nessuno sia più interessato all’interiorità muliebre… blablablablablabla… diritti… blablablablabla… rivendicazione sociale… blablablablablabla… schifo… blablablablablabla… Berlusconi… blablablablabla…”
Gad Lerner: “Io non sono sicuro di riuscire a dormire questa notte; sono sconvolto!”
Alba Parietti: “Volevo anche io dire la mia, se permettete. Dunque: premesso che la droga rovina i giovani che non hanno più rispetto per niente e che il telefonino è utile perché sei sempre rintracciabile; lo sfruttamento del corpo femminile tipicamente maschile è tipico di una certa cultura che noi credevamo superata ma che, in realtà, è ancora profondamente radicata nella società consumistica in cui viviamo!”
Femminista autrice del documentario: “Con che coraggio, dico CON CHE CORAGGIO, possiamo accendere la TV con le nostre figlie che guardano? Cosa insegnamo loro in questo modo?”
Alba Parietti: “È una merda!”
Gad Lerner: “La figa è una merda! Cacca-pipì, cappa-pipì!”
Femminista autrice del documentario: “La fregna è pupù, pipì, pupù!”

E sono andati avanti così fino tipo alle 23.30; non si rompevano mai i coglioni di parlare della merdità intrinseca della figa in TV e di come essa sia la più grande tragedia, la più incommensurabile catastrofe che affligge/abbia colpito l’Occidente; la figa distruggerà il mondo prima del 2012.

Poi, ieri sera, dopo essere tornato da una cena a base di melanzane alla parmigiana cotte divininamente, ho riacceso la TV e ho visto la faccia di Santoro che parlava di Berlusconi. Ho pensato: “Oh, che novità!”

È venuto fuori che Veronica Lario vuole divorziare da Berlusconi perché è andato alla festa di compleanno di una figa Napoletana che è davvero (vogliate scusare la ridondanza) figa e che, fino a prima della festa di compleanno, era minorenne, no? Da quello che ho sentito dire, la tesi di Santoro e di Travaglio – ampliamente argomentata – è che tutti gli elettori responsabili con un po’ di sale in zucca dovrebbero votare l’Italia Dei Valori perché Berlusconi si è sbombato una figa bollente di 17 anni e le ha anche regalato un collier.

Dio cane, non m’invento un cazzo!

Bon. Dato che, prima di andare in palestra a masticare ferraccio, ho altri venti minuti da spendere a fare il cazzo che mi pare, adesso faccio un giretto su tnaflix perché ho appena scoperto una nuova keyword per la ricerca del porno di buona qualità, si tratta di “bitchcraft”.

Ebbene sì: il lesbismo sadomaso-rough mi fa tirare il cazzo come non mai. Così sia.

Annunci

31 responses to this post.

  1. Caro Osiride, il dio assassinato,

    Vorrei quivi proporti la chiave di lettura di tutto il programma del simpatico giornalista con occhiali e capelli ricci:
    Nel Momento Topico in cui Gad Lerner si chiede: <>“Siamo nel 2009, dove sono andate a finire tutte le battaglie per i diritti delle donne? Dove? Eh? Dove?”<> La risposta precisa era <>“Nel Suo Culo”<> e se una delle decebrate che aveva in studio (tra cui la preparata showgirl/cantante/attrice/ballerina Alba Parietti che è diventata un’intellettuale per essersi fatta sbattere un paio di volte dal filoso del nulla Bonaga, eccezionale!) avesse risposto nella maniera corretta, il buon Gad non avrebbe dovuto amaramente costatare che: <>“Io non sono sicuro di riuscire a dormire questa notte; sono sconvolto!”<>, riuscendo così a non protrarre oltre il suo fantastico programma e a terminarlo in anticipo rispetto alle ore 23.30.

    Vorrei inoltre far notare come, nella scorsa edizione di Anno Zero, c’era la signorina Beatrice Borromeo pagata un fantastilione di eurini non perchè fosse particolarmente scaltra come co-conduttrice (mica cazzatine) ma per queste caratteristiche:

    Altezza 176 cm
    Misure 86-61-88
    Taglia 34 (UE) – 4 (US)
    Occhi Azzurri
    Capelli Biondi

    In pratica una figa da sborrata istantanea.

    In pratica, dio riformato perchè figlio unico di madre vedova, viva la figa!

    Cordialità

    Attila

    P.S. Ovviamente penso che al ragionamento sopra esposto mancasse un concetto fondamentale: cagliostro49.

    Rispondi

  2. tnaflix non lo conoscevo. ed ero molto infelice. ecco.

    astrosio

    Rispondi

  3. @ Attila: a quanto ne so, quella proletaria di Beatrice Borromeo si fa scavare le emorroidi dall’erede Casiraghi.

    @ Astrosio: tnaflix mi sta rendendo pazzo.

    Rispondi

  4. Posted by Anonymous on maggio 8, 2009 at 17:48

    bellino questo post…

    senti leo un paio di domande:

    1) quando cazzo mi riabiliti?

    in altre parole: quando porco dio deciderai di ripubblicare i miei commenti?

    2) hai dei suggerimenti da darmi su link o chiavi di ricerca porno in materia di scat?

    in particolare cercavo gang-bang scat

    per intenderci: tante donne che usano l’uomo come wc….

    saluti
    papi-scarface

    Rispondi

  5. Sciur Osiride, spinto dal suo post, mi sono rivisto Gad Merder e la Parietti qui e la’ sull’interweb:

    A)Lerner dovrebbe ringraziare tette e culi, che per una volta tanto hanno alzato l’audience di una trasmissione che altrimenti come si dice in francese, non s’incula nessuno.

    B) L’assunto della trasmissione per me si puo’ riassumere con: ‘l’Italia va a puttane per colpa della figa’

    C’e’ qualcosa di sublime in questo non trova?

    Rispondi

  6. Posted by fast on maggio 9, 2009 at 04:42

    Caspiterina: ma se le donne hanno finalmente capito in massa quello che prima avevano capito in poche.
    Dare la fica nel modo giusto assicura una rendita di posizione. certo per i cessi resta il matrimonio.

    Rispondi

  7. @ Scarface: per me puoi scrivere quello che vuoi, anche insulti al sottoscritto (già detto in precedenza). Solo non rompere le balle con i forum e con i partecipanti agli stessi che ti perculano; alla gente non gliene frega un cazzo. Lo scat non m’interessa, non mi è mai interessato e non credo che m’interesserà in futuro; per ora sono nella fase lesbo.

    @ Yossarian: quello che maggiormente mi stupisce è che nessuno dice un cazzo. A tutti va bene che un branco di stercocefali sostenga che la figa è la merda del mondo e che essere sessualmente attratti da giovani silfidi flessuose con velleità “veliniche” significa essere malati. Non mi pare che alzare il braccio destro facendo un ampio gesto e invitare qualcuno ad appoggiare i glutei sulla tazza del WC sia un processo talmente complicato nell’esecuzione da essere riservato solo a pochi eletti con un quoziente intellettivo superiore a 160.

    @ Fast: se va bene a loro, va bene anche a me. Viva il libero arbitrio. E viva la figa, naturalmente.

    Rispondi

  8. ‘sia un processo talmente complicato nell’esecuzione da essere riservato solo a pochi eletti con un quoziente intellettivo superiore a 160.’

    Sciur Osiride, condivido e sottoscrivo.

    Inoltre, sono un po’ preoccupato per Scarface e la sua fase coprofaga.
    Mi spiego: se uno che pensa stronzate si mette a mangiare merda, non c’e’ il rischio che si crei un effetto ‘reattore nucleare’, nel senso che, come accade per la barre di plutonio, Scarface mi va avanti cosi’ per 100 milioni di anni?

    Infine, un episodio curioso accadutomi ieri.

    Poco dopo le 16,30, colto da un insaziabile desiderio di masticare ferro, ho estratto il cestello della lavatrice e l’ho addentato con ferocia. Nell’istante in cui ho sollevato la bocca dal fiero pasto, ha fatto il suo ingresso in cucina la mia signora RB, che per nulla impressionata dalla virile performance, mi ha scaricato un calcio nei coglioni che mi ha fatto cantare tutta ‘Black Dog’ in tonalita’ originale.
    Curioso vero?

    Buona domenica

    Rispondi

  9. Di Scarface non mi va di parlare dato che, anche ieri, gli ho fraggato l’ennesimo commento dove blaterava di forum e di gente che gli ha fatto questo o quel torto.

    Te ne racconto una io: l’ultima volta che sono andato in Inghilterra, ho visitato Oxford. Sono entrato in un pub e ho attaccato bottone con la tipa dietro il bancone che mi ha detto che era il suo primo giorno di lavoro. La tipa era americana. Le ho chiesto una pinta di birra. Quella mi guarda e fa “Now what the hell is a pint?”, io pensavo che scherzasse. Alla fine le ho detto che era uno dei bicchieri che aveva davanti, gliel’ho indicato con l’indice. E quella “Ahhh… a glass, why don’t you guys call the damn thaaang by its name?”

    Americani.

    Non vorresti averne uno tutto per te?

    Come animale domestico.

    Così lo puoi prendere a calci in culo quando ti caga sul tappeto.

    Rispondi

  10. Posted by Anubi, il dio cane on maggio 11, 2009 at 08:36

    Io volevo rimarcare il paradosso: le veline fanno vomitare Gad Lerner.
    Aspetta aspetta che lo ripeto perchè è troppo facile invertire soggetto e complemento oggetto: “LE VELINE fanno vomitare GAD LERNER”.

    DIO SCHIFIDUS ESSENSIS.

    Il mio commento originariamente voleva fermarsi al “.” che segue “ESSENSIS”, così per fare il figo. Invece no, insisto.
    Dio marmellata di merda, è come sentire Rosa Bazzi che dà della stupida pazza a Rita Levi Montelcino.
    E’ come se la Franzoni desse dell’assassino al gigante negro de “Il miglio verde” dio in finale per il trofeo “maiale dell’anno”.

    …è come se Scarface ritenesse merda questo blog e i suoi utenti

    Rispondi

  11. Anubi, sono appena tornato a casa da scuola. Mi hai messo il sorriso sulle labbra (in realtà ho sputato il fegato dal ridere).

    Rispondi

  12. Posted by A. Molesto on maggio 11, 2009 at 15:10

    DIO CANE SE PARLI ANCORA DI SCARFACE TI DO UN PUGNO.

    Rispondi

  13. C’e posta per te, da me

    Kledi

    Rispondi

  14. Posted by PdG on maggio 13, 2009 at 11:22

    Mi sta succedendo una cosa terribile, dio assassinato (non e’ una bestemmia, e’ il tuo nome).
    Hai presente la sacra arte della masticazione del ferro?

    Beh.. mioddio…. mi sto rompendo i coglioni.

    Ecco l’ho detto.

    Rispondi

  15. Io invece sto facendo progressi. Il mio allenatore ieri, vedendomi pompare come una petroliera che attraversa l’Oceano Indiano, ha detto che Lunedì mi cambia la scheda per mettermi roba più difficile. Entro Giugno sarò grosso come l’Everest.

    Rispondi

  16. Posted by A. Molesto on maggio 13, 2009 at 12:24

    Dai dio can che ti ho visto l’altra sera e hai messo su pansa, madonna lebbra.

    Rispondi

  17. La tua opinione non conta: eri ubriaco fradigio e ti esprimevi a grugniti.

    Rispondi

  18. Posted by Scott Tenorman on maggio 13, 2009 at 12:49

    Arpioni, aggiornaci un po’ più dettagliatamente sui tuoi progressi nella masticazione del ferro. Qualche tempo fa, se non ricordo male, ci avevi messo al corrente di una perdita di peso non indifferente, al che qualcuno ti aveva detto che devi smetterla di mangiare merda, che avevi perso un botto di massa magra e così via.
    Hai iniziato a seguire una dieta degna di un uomo bianco? Quanto alzi alla panca piana, e quante serie e ripetizioni fai? Ti stai ingrossando per modo di dire perchè prima eri una chiavica ambulante o stai diventando grosso sul serio?

    In attesa di una cortese risposta senz’altro priva di bestemmie, le rinnovo il mio più sentito “stay brutal”.

    Rispondi

  19. Il mio ciclo di allenamenti è suddiviso in due parti da alternare.

    1. 15 minuti di Cyclette, resistenza 4,
    2. 6 minuti di top, resistenza 6 (aumento di 1 punto ogni mese),
    3. Altri 15 minuti su un’altra Cyclette,

    A questo punto, madido di sudore, comincio a masticare ferro a più non posso.

    4. Macchina per pettorali che non mi ricordo come si chiama e non c’è nemmeno scritto, 3 serie da 20 con 40 chili,
    5. Lat Machine, 4 serie da 20 con 50 chili,
    6. Altra macchina per pettorali con niente scritto, 3 serie da 20 con 45 chili,
    7. Verical Row, 3 serie da 20 con 45 chili.
    8. tnaflix.com, porno lesbico durissimo.

    Giorno seguente:

    1. 15 minuti di Cyclette, resistenza 4,
    2. 6 minuti di top, resistenza 6 (aumento di 1 punto ogni mese),
    3. Altri 15 minuti su un’altra Cyclette,
    4. Panca per addominali, 45 gradi, 3 serie di flessioni da 20.
    5. Stessa panca, posizione diversa, 3 serie di flessioni da 20.
    6. Esercizi con elastici al muro, 3 serie da 20.
    7. Pavimento, 3 serie di flessioni da 20 per addominali obliqui.
    8. tnaflix.com, porno lesbico durissimo.

    Questo il Lunedì, Martedì e Venerdì.

    Il Mercoledì e il Sabato invece un’ora di piscina.

    Giovedì non faccio un cazzo perché sono a scuola anche il pomeriggio.

    Domenica, 20 km in bicicletta.

    Ho smesso di mangiare dolci, cioccolato, patatine e tutte quelle cazzate; bevo 2 litri di acqua al giorno. Poi, il finesettimana, mando tutto a puttane perché vado a bere con Alcolizzato Molesto.

    E, come al solito, non m’invento un cazzo.

    Rispondi

  20. Posted by PdG on maggio 13, 2009 at 13:47

    Grazie, mi hai aperto la luce, sono uscito dalla crisi e corro subito a ribaltare pesi

    Rispondi

  21. Posted by Scott Tenorman on maggio 13, 2009 at 14:31

    secondo me fai troppe ripetizioni con pesi troppo bassi, e soprattutto fai un porcoiddio di lavoro aerobico che non c’entra un cazzo.

    comunque i gusti son gusti e se va bene al tasterista dei fungos, buona camicia a tutti.

    Rispondi

  22. Mi trovo a concordare con il Sig. Tenorman: non riesco a capire perchè, volendo aumentare la massa, si inizi con una serie di esercizi aerobici, che, al massimo, vengono svolti alla fine dell’allenamento, in quanto mangiano troppi zuccheri del sangue, creando un decremento della massa muscolare. Inoltre non riesco a capire con quale criterio siano selezionati i gruppi muscolari da allenare. Invece concordo nel fare molte ripetizioni con un peso medio per aumentare la massa muscolare.

    Per qunto riguarda l’alcohol nel fine settimana, consiglierei di combattere la panza etilica con forti dosi di guaranà in polvere la mattina dopo, condite da abbondanti quantità d’acqua (perchè il guaranà è un eccitante e l’alcohol fa da vasodilatatore, per cui corri il rischio di disidratazione)

    <>Storia di vita vissuta<>: Oggi, dovendo accedere al tetto piatto di Grande Complesso Industriale, dovevo aprire una porta antincendio infilando il braccio tra lo stipite e l’intelaiatura come avevo già fatto in passato, solo che questa volta (e, come direbbe il proprietario del blog, non mi invento un cazzo) l’avambraccio era diventato troppo grosso e non riusciva a passare, per cui ho chiesto all’affittuario se poteva procedere lui con l’operazione di apertura. In pratica oggi la mia giornata è finità lì, pagata, non mi occorreva altro.

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  23. Io stasera mi sono fermato al pub, mi sono sifonato 3 pinte di London Pride, sono tornato a casa ed e’ mancato poco che mi cascasse il muso sulla tastiera del pc mentre sentivo ‘surfin bird’ nella versione dei Sodom.

    Un po’ mi faccio schifo, lo ammetto

    Rispondi

  24. Yossarian, così si fa! Io penso che farò altrettanto oggi, dietro una cattedra.

    “Fate quello checcazzo vi pare, fatelo in silenzio. Non rompete i coglioni. Ciao.”

    Rispondi

  25. Posted by PdG on maggio 14, 2009 at 08:03

    Senti, guarda che hanno attentato alla vita della pitonessa.
    Su IDU ulteriori dettagli.

    Rispondi

  26. Stavo or-ora leggendo.

    Rispondi

  27. Posted by Anubi, il dio cane on maggio 14, 2009 at 14:06

    Tra il caffè dell’altra volta e il fegato di questa ti sto facendo sputar fuori più roba io che il reverendo a Regan nell’Esorcista.

    Comunque Osiride, mi pare di capire che sei dalle mie parti: un giorno ci conosceremo e le chiese del nord Italia si sentiranno di troppo.

    Rispondi

  28. Osiride, una domanda a bruciapelo:

    Secondo te Franceschini del PD, ha mai sognato che durante una riunione dello schieramento progressista per dibattere degli obbiettivi pluralisti delle componenti democratiche del PD (prendo fiato), la Melandri gli si avvicinasse furtiva e gli tastasse il pacco sussurando : ‘giochiamo all’interrogatorio del KGB? Io faccio la piccola controrivoluzionaria di Kiev, e tu fai un Beria tanto, tanto cattivo’.

    Rispondi

  29. Sai cosa? Sono reduce da un collegio dementi che è terminato alle 19.36 con un branco di mucocefali che sbaruffavano per cagate prive di senso tipo la scelta dei libri di testo (che non si possono cambiare per cinque anni di seguito o qualcosa del genere, non me ne frega un cazzo comunque).

    Verso le 19.10 ho cominciato ad avere le visioni di un desertico che irrompeva in aula magna con una cintura piena di tritolo, urlando “ALLAH AKBAR!”, tirava una cordicella, si faceva esplodere e non rimaneva più un cazzo.

    Una figata totale.

    Come dire… Franceschini? Chi cazzo è Franceschini? Melandri quello che va in moto è femmina? Davvero? Oh cazzarola…

    Rispondi

  30. LOL! E’ un’idea fantastica.

    AFFITTASI KAMIKAZE E TESTE DI TURBANTE. PREZZI MODICI, RISULTATI GARANTITI

    Al posto di andare alla riunione di condominio, ci mandi Mohamed imbottito di tritolo. Lui e’ contento e va in paradiso con 49 troione libanesi, e tu hai un problema in meno e puoi stare a casa a goderti you porn.

    Mi piace

    Rispondi

  31. Dio scatolone fabbricone (stamattina sono rimasto troppo intrippato dalla tizia che passa le sue giornate a parlare con un uccello a pois con un bel tronco azzurro)!

    Potrei mandare il Mustapha imbottito al prossimo CdA in cui mi scasseranno sicuramente il cazzo, così i simpatici membri rompicoglioni avranno, per circa 5 secondi prima di esplodere, un altro argomento di discussione che non sia la crisi!

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: