Volti nuovi

Allora, no? Pare proprio che le cose stiano finalmente cambiando sul fronte della politica interna, in poche parole sembra che ci sia un vento che, da sinistra, sia pronto a spazzare via tutta questa merda di corruzione, veline, premier Cechi col cazzo in tiro e dirigenti di partito stupratori.

Questo vento di rivoluzione ha un nome.

Il nome è Beppe Grillo.

Beppe Grillo si candida alle primarie del PD e, come sempre, non mi sto inventando un cazzo.

Sarà davvero tutta un’altra storia, gente.

Il programma?

  • In ogni casa italiana ci saranno palle di plastica per far il bucato con dentro piccole sfere di ceramica che si ricaricano una volta ogni tre mesi attraverso la fonte di energia più pulita di tutte, i raggi solari.
  • Obbligo di installazione di impianti di compostaggio sotterranei che trasformano i nostri stronzi e il nostro piscio in concime biologico da vendere ai contadini per trenta euro al chilo (e ti inculo la crisi globale!).
  • Antonio Di Pietro ministro dell’Istruzione e dell’Università con delega per la riforma del congiuntivo e, più in generale, del vocabolario De Mauro-Paravia.
  • Varie ed eventuali.

Qua non si scherza più un cazzo. Nossignore.

Oh, Cthulhu, cosa pensi dell’officializzazione della candidatura del comico Genovese?


Ok, grazie.

Annunci

21 responses to this post.

  1. dio ballerino di danza classica!

    astrosio

    Rispondi

  2. Oh, non sei ancora in ferie?

    Rispondi

  3. quest’anno passo.

    Rispondi

  4. Ti stai tramutando in un vero uomo del Nord-Est. Supererai il Giappone.

    Rispondi

  5. O come l’impressione che anche stavolta per il caro Beppe tutto finirà in merda. Intendiamoci, per colpa delle mefistofeliche multinazionali, mica perchè è un loggionista del cazzo.

    Rispondi

  6. @Basta con la Droga: Mi sa che in questa congiuntura, tu, stando in ferie, già superi i Japs, loro sono in negativo. Sono in un momento di stagflazione che è una specie di sciagura biblica, farebbero meglio a non lavorare un cazzo, magari riuscirebbero a tornare a 0, perchè adesso sono a -15…

    In ogni caso mi immagino la “polizia ecologica grillesca” che ti arriva in casa per vedere se usi la palla lavante e se non la usi ti getta nella fossa per il biocompossaggio.

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  7. Mi sa che non tutti conoscono la storia del “superare il Giappone”, sbaglio?

    Rispondi

  8. Posted by Anonymous on luglio 13, 2009 at 17:02

    spiega anche a noi ‘sta storia del giappone, farabutto.

    Rispondi

  9. Praticamente, sarà stato il 2002 o giù di lì, quando lavoravo ancora per il produttivo Nord-Est in qualità di export area manager per un’azienda che fabbricava prodotti in “acciaio acciaioso”. Bon, il mio capo entrò nel mio ufficio e, guardandomi tutto contento, sentenziò “Gavemo superà el Giapon!”.

    Ricordo di avergli rivolto uno sguardo interrogativo; al che lui mi spiegò – rivista dell’Unindustria alla mano – che il Nord-Est aveva superato in ore lavorative settimanali pro-capite il Giappone.

    Era un uomo felice.

    Rispondi

  10. certo che o superamo er giappone… a nuoto!

    Rispondi

  11. Posted by Anonymous on luglio 13, 2009 at 18:04

    Siamo veramente un popolo straordinario, madonna bastarda.

    Rispondi

  12. Tze’, mi fate ridere tutti: io sono lumbard e lo sanno tutti che un’ora di lavoro di un lumbard produce il PIL della Corea del Sud.

    Oggi pero’, il sottoscritto in ufficio ha prodotto il PIL di Pantelleria. (non ditelo a Bossi, per favore)

    Quando ho visto la storia di Beppe Grillo ho pensato seriamente di restituire il passaporto. Poi mi sono detto, ma chissenefrega, tanto se lo becca la sinistra, quelli sono gia’ in quattro gatti e con Grillo come leader finalmente scompariranno nel bidone del compost della mia cucina.

    Rispondi

  13. Me lo vedo Di Pietro Ministro dell’Istruzuione che nei corridoi del ministero sbraita agli impiegati: “chi vi ha insegnato l’italiano? Branco di alfabeti…”

    Rispondi

  14. Una volta sono andato a vedere una partita di calcio tipo… Marsure (PN) contro Villa D’Arco (PN). Uno che era seduto vicino a me ha iniziato a dissentire con l’arbitro, gli ha urlato “Arbitro, AMMONILO!”

    La lingua italiana va riformata, è solo che i poteri forti non vogliono farlo.

    Rispondi

  15. Posted by Anubi, il dio cane on luglio 14, 2009 at 09:05

    Calcisticamente parlando ho sentito inveire anche contro l’aLbitro.

    Di Pietro è meraviglioso nelle sue gaffe(s) anche se quando, a Natale, mi rattristo per la nascita del figlio di puttana, mi tiro sempre su guardando Giurato.

    Dimenticavo: questo post su beppe grillo mi ha fatto ricordare il primo post che ho letto e che mi ha fatto avvicinare a sto blog. Quello sugli svedesi trita merda.
    Ti ho amato.

    Rispondi

  16. @Basta con la droga: ROTFL, ‘ammonilo’. E’ come quel mio amico:

    Io scherzando: ‘E cosa ci faccio con quest’uovo?’

    Lui: ‘ bollilo’

    ‘Di Pietro Ministro dell’Istruzuione’

    Vedi, basta menzionare quell’uomo e lo Zingarelli prende fuoco, tipo film di vampiri.

    Comunque, mi e’ stato riferito che in molti palazzi di Firenze puoi ammirare degli splendidi ‘rinfreschi’ del Rinascimento… (pare l’abbia detto un ‘cicerone’ a un turista)

    E ora di riformare la lingua di Dante, sono d’accordo: al momento e’ una lingua allo ‘stato ebraico’, come appunto, vivono gli animali nel Continente Nero

    Rispondi

  17. Io sono salito sulla Torre Degli Asinelli a Bologna e, da là sopra, si vede un bellissimo panograma.

    E mi devo ricordare di comprare i sacchetti di nylon straparenti per i surgerati.

    Comunque l’importante, quando vai al mare, è andare a fare un giro col thunder.

    “Scusi, è libero il sedile?”
    “Prego, si accomodisca.”

    Rispondi

  18. Io credo che meglio della frase “Scendimi il cane che lo piscio” non ci sia niente nella lingua di Dante!

    Rinnovo le cordialità

    Attila

    Rispondi

  19. Posted by Anonymous on luglio 14, 2009 at 10:49

    Come al solito l’italia non ha capito una mazzosissima ceppa veneta.

    Si tratta tutto quanto di un KOMPLODDO!

    Sissignori, un KOMPLOTTO della destra!

    Sissi’, Beppe Grillo e’ pagato dal Berlusca per dare il colpo di grazia al PD agonizzante.
    E’ tutto cosi’ ovvio!

    Lui, il Beppe, si propone alla candidatura e ipso facto da’ scacco matto alle vestigia del PCI.
    I mongolotti, infatti, hanno solo due scelte possibili:
    1) accettano la candidatura e si fanno ridere dietro anche dalle galline, datoc he hanno da sempre sparato a zero sul “populista grillo”. Inoltre, se quello vince (e vince) il PD diventa un cabaret guidato da un comico: una fottuta meraviglia.
    2) Rifiutano. Non lo tesserano nemmeno. Inimicandosi la bbbbase di alternativi-progresso-ecologisti, andando in rotta di collisione con l’alleato di pietro, dimostrando di essere semptre e ancora dei cagasotto stalinisti.

    Stronzo Scacco Matto.

    Ho detto: KOMBLODDO!


    Nadja Jacur

    Rispondi

  20. @Nadja; Io alle prossime elezioni voto Nadja Jacur. Giuro

    Al momento prende piede l’ipotesi 2. In ogni caso una cosa e’ certa. Sono fottuti in entrambi i casi. Loro che parlavano tanto di votarli ‘come male minore’ hahahahaha, tie’, la nemesi storica ha colpito ancora e ora che non hanno un male minore e si tratta solo di scegliere l’arma del suicidio.

    Mi mancheranno. Ultimamente era come sparare sulla Croce Rossa, ma come fanno ridere e te le servono loro su un piatto d’argento non c’e’ nessuno in Italia. Non credo che esista un partito politico da qui a Betelgeuse che sia riuscito a coprirsi cosi’ di ridicolo come il PD ( e la sinistra italiana in generale).

    Previsione: Grillo fondera’ un partito al cui confronto il programma dei Khmer Rossi sembrera’ un opuscolo del Club Mediterranee’ e fara’ un alleanza con Di Pietro, ma alla fine lo fara’ fucilare nella piazza principale di Montenero di Bisaccia.

    Grillo a quel punto marcera’ con i centrosocialati e i rimasugli della sinistra sul Parlamento. Il Berluska telefonera’all’amico Putin che vaporizzera’ con un missile nucleare tattico Grillo e i grillini, poi il Berluska per la gioia e l’emozione di aver sconfitto la sinistra avra’ un infarto, morira’, destra e sinistra si scioglieranno, e a quel punto l’Italia si trasformera’ in un mix fra Disneyland e la villa di Hugh Hefner. Ci sara’ perfino la pace in Medio Oriente e tutti vissero felici e contenti con un sacco di gnocca.

    Rispondi

  21. Però il plurale veneto di camion non lo batte nessuno, neanche l’intelligenza della scimmia porcoddio.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: