Ma che bontà, ma che bontà… ma che cos’è questa robina qua?

In realtà, quando mi sono alzato, avevo intenzione di scrivere qualcosa di completamente diverso; in poche parole, questo post doveva avere a che fare con quella assoluta figata che furono gli anni ottanta. Poi però mi sono imbattuto in una discussione su i.a.m.m. che mi ha convinto a cambiare rotta e smerdare un gruppo di musica gothic metal italiano che ha avuto successo anche all’estero esclusivamente grazie a chi sta dietro il microfono.

Sto parlando dei Lacuna Coil.

Per quanto mi riguarda, non ho mai ascoltato nemmeno un disco dei Lacuna Coil né ho intenzione di farlo nel prossimo/remoto futuro.

Perché?

Be’, mi fanno cagare mosche a prescindere. La mia conoscenza dell’offerta musicale targata Lacuna Coil si limita ai promo-video che passano ogni tanto su MTV e, in tutta franchezza, ogni volta che mi imbatto in uno di essi, mi passa l’appetito di pizza capricciosa in una frazione di microsecondo.

In più, ieri sera, ho premuto per errore un tasto sul telecomando e, in modo del tutto randomico, la TV si è sintonizzata su All Music e c’era, guarda un po’, Cristina Scabbia che, intervistata da Elena Di Cioccio, parlava – con grande enfasi, saccenza e supponenza – dell’ultimo disco prodotto in America con un produttore americano che, prima di loro, aveva lavorato con “grossi nomi” (sic.) come Linkin Park (uuugh!) e Avril Lavigne (e non m’invento un cazzo; si tratta di Don Gilmore).

Cristina Scabbia, tronfissima, sostiene di essere molto contenta del lavoro svolto da Gilmore perché ha lasciato il gruppo completamente libero di suonare come preferiva, non è intervenuto in fase di composizione, né ha suggerito nuovi arrangiamenti perché – nel caso vi ritrovaste a essere solo un branco di bestie che non sanno nemmeno fare uno più uno in colonna a matita su un foglio a quadretti – il mestiere del produttore è “ripulire”… mentre quello di Kobe Thai è farsi infilare cazzi di ogni dimensione e colore nella carogna.

Dio crotalo… “RIPULIRE”…

Procedendo con ordine, la voce di Cristina Scabbia è quanto di più fastidioso possa inquinare l’interno dei padiglioni auricolari: è peggio del rumore che unghie curatissime e smaltate provocano quando sfregano sulla superficie nera di una lavagna. Letteralmente in-sop-por-ta-bi-le. Cristina Scabbia canta come se avesse un cetriolo infilato nel colon e il naso chiuso.

Inoltre, ed è in assoluto la sua colpa maggiore, non è nemmeno figa: ha la faccia più butterata della scorza di un lime.

Se ciò non bastasse, nel 2006 Cristina Scabbia ha interpretato, con i Lacuna Coil, una cover dei Depeche Mode. Quelli della casa discografica hanno tirato fuori un paio di centomila dollari che sono stati spesi per ricavarne un videoclip che ha inesorabilmente sfaldato i coglioni a tutti coloro che, inavvertitamente, si sintonizzavano su MTV.

– “Liutprando, metti un attimo su MTV…”
– “D’accordo, Ermengardamandunda…”

*Words are very unnecessary… they can only do harm…*

– “AAARRRRRGHHH DIOBOIAAAAARRRRGHHH… LIUTPRANDO!!!”
– “BLAAAARRRRGHHHH, ERMENGARDAMANDUNDA… TI HO SEMPRE AMATA, MA ADESSO DEVO CAVARTI GLI OCCHI CON LE UNGHIE… AAAARRRRGHHHHHH!”
– “OK, BASTA CHE LO FAI CON RISPETTO PER LE DONNE!!!! UBBBLLLEEEAAARRGHH!”

Il successo di “Karmacode” è giunto del tutto inaspettato tant’è che ogni bastardo di questo mondo ha cominciato a infilare Cristina Scabbia nello speed-dial per collaborazioni di ogni genere: Megadeth, Rezophonic (oh, questa sì che è merda compressa a pressioni incredibili), Apocalyptica, Alter Bridge e… questo

http://www.youtube.com/v/tbZcFy9Kd_U&hl=it&fs=1&rel=0&color1=0x234900&color2=0x4e9e00&border=1

Sentito che sguatterata di sciolta?

Ora, se dovessi redigere una classifica dei cantautori più deleteri del panorama italiota, ritengo che Franco Battiato svetterebbe al vertice della piramide in punta dei piedi, certo di non poter essere da lì scalzato da nessuno.

Nemmeno Luciano Ligabue (che è in seconda posizione e scalpita) riuscirebbe a togliere dal vertice della piramide della merdità Franco Battiato. Non ci riuscirebbe nemmeno se componesse una canzone contro la figliodiputtaneria dell’economia globalizzata che provoca la fame dei bambini in Africa.

– “Ciao Bologna! Questa canzone l’ho scritta un anno fa mentre visitavo la costa del Ghana, non volevo pubblicarla perché sapevo che avrebbe provocato controversie di ogni genere; poi l’ho strimpellata con la chitarra ad alcuni amici che mi hanno detto che, se non l’avessi condivisa col mio pubblico, gli avrei fatto un torto gravissimo. Così voi siete i primi ad ascoltarla, si intitola *Ho Beccato Il Cinque Col Numero Superstar A Ulan Bator*… beccati questa, Franco. One-two… one-two-three…”

Seguono i soliti quattro accordi, di cui uno con la settima eccedente che gli ha suggerito Max Cottafavi, il solito 4/4 e i soliti luoghi comuni a base di stronzate politicamente corrette con metrica che non sta in piedi. Alla fine il pubblico applaude perché ha appena ascoltato una canza che gli ha cambiato la vita.

Ecco, nemmeno in questo caso Luciano Ligabue riuscirebbe a superare in merdità Franco Battiato, nossignore.

Be’, Cristina Scabbia ha collaborato con Franco Battiato e il risultato qual è? Eccolo:

Bon, dai… gli anni ’80, semplicemente perché non è giusto che la merda prevalga sempre.

http://www.youtube.com/v/XUsYBO5QdVE&hl=it&fs=1&rel=0&color1=0xcc2550&color2=0xe87a9f&border=1

Questa è la versione live di “Headed For A Heartbreak”, tratta dal primo omonimo disco (anche se alcuni sostengono che si intitoli “Sahara” per via dell’artwork) dei Winger, il gruppo di Kip Winger (con passato come bassista di Alice Cooper), pubblicato nel 1988.

Il disco in questione è considerato dalla critica intelligente come una merda ricoperta di merda piena di merda e viene, in generale, visto dal pubblico metal (solo perché Kip Winger era belloccio, lo sapeva e ne approfittava per far breccia nel cuoricino delle sbarbe anni ’80 che si bagnavano la carogna ogni volta che lo vedevano) come il peggiore esempio di hair-metal mai secreto dagli anni ’80. In realtà sia la critica che il pubblico metal medio sono in errore perché “Headed For A Heartbreak” è una perla e ci suonano Reb Beach e Rod Morgenstein che, a partire da tre minuti e quindici secondi, decidono che è arrivato il momento di dimostrare a tutti che loro sanno suonare come quel porco del Padreterno comanda e, conseguentemente, combinano l’iradiddio.

E, già che ci sono, un altro capolavoro made in PDG.

Annunci

33 responses to this post.

  1. se non li mettevano su Guitar Hero non sapevo manco esistessero, i Lacuna Coil

    Rispondi

  2. “e non e’ nemmeno figa”

    Questo, tanto per cominciare, e’ un ottimo punto di partenza per misurare la nefanda ‘liquamita’ dei Liquame Coil.

    In secundis, tempo fa mi dissi: ” va be’, ascoltiamoli, hanno avuto successo in America, magari ci sara’ un motivo”

    Si’, e si chiama ‘lobotomia’, perche’ solo un branco di lobotomizzati puo’ apprezzare la terrificante banalita’ di quelle che passano per canzoni.

    si tratta di sterco ‘levigato’ con sapienza, e sulla maestria della levigatura non ho nulla da ridire: la produzione e’ ottima. E per fortuna, perche’ se anche quella avesse fatto cagare conme il resto ci sarebbe da tirargli ( e non tirarsi) un colpo in testa.

    Vedo che hai colto bene l’essenza stercoraria della loro incapacita’ di comporre qualsiasi cosa che ricordi lontanamente un brano musicale.

    Un insulto al pentagramma. Quanto alla collaborazione con quel merdoforo di Battiato, non mi stupisce: il siculo, che ha azzeccato un disco solo in vita sua, perche’ probabilmente era in cura da un neurologo, altrimenti non si spiega, dicevo il siculo, la cui carriera sta giustamente e inesorabilmente finendo nel cesso, si aggrapperebbe a chiunque pur di emergere dalla tazza piena di liquame che hai ritratto nella foto.

    Rispondi

  3. @ Spider: “se non li mettevano su Guitar Hero non sapevo manco esistessero, i Lacuna Coil” – ERRE-O-TI-EFFE-ELLE, non avrei potuto dirlo meglio di così. 110 cum laude.

    @ Yossarian: E poi hai sentito la pronuncia da Midlands-Yorkshire dell’imbecille della Trinacria? Altra finezza: all’attacco della seconda strofa, entrambi partono alla cazzo. Il tempo, questo sconosciuto.

    Rispondi

  4. Guarda, la cristicchi io me la passerei allo spiedo sopra un orgia di squirters… Fanculo alla faccia butterata, un po’ di malta, fratton e via. E i Wingers e soprattutto Rod, rullano.

    Rispondi

  5. Scusatemi, dio orbitale, me l’ero dimenticata. Madonna tritauccelli

    Rispondi

  6. Guarda, Ilo: è ovvio che me la sbomberei anche io. Però lo farei con svacco nel senso che non avrei remore a mollarle sonore sberle sulla figa, non so se mi spiego. Tuttavia di qui a farne un sex-symbol ne passa.

    Rispondi

  7. Ma guarda un po’, e io pensavo che la
    scabbia fosse una malattia.
    Io sono rimasto ai pink floyd, ma deve essere l’età, dio inesistente.

    Rispondi

  8. Io che mi piace il tresh mi son pisciato addosso nelle braghe a vedere il video di franco, grande franco, fa’ vedere a tutti quanto sei peloso, fagliela vedere a tutti i ligabuoi.

    Rispondi

  9. @Fridolin

    Dio inesistente e’ sublime, sono annichilito…

    Se sei rimasto ai Pink Floyd di Ummagumma e Meddle, ci faccio un firmone

    Rispondi

  10. Volevo solo dire che la seconda puntata dello sbrocking è on line sul blog della Richards. Mi fiondo. Ciao.

    Rispondi

  11. Posted by Anonymous on agosto 26, 2009 at 18:20

    dio smerda.

    am

    Rispondi

  12. Senti, questa e’ una cagata, pero’ devo raccontartela:

    Torno a casa stasera e Rachel e’ in giardino che parla con la vicina giamaicana (una negra simpatica, in gamba e piuttosto sgnacchera).

    Saluto entrambe, entrambe si salutano e Rachel rientra con me in casa.

    La vicina negra si mette a cantare a tutta randa mentre pulisce il giardino dalle erbacce…roba di Merdonce’ o R&B liquamoso, per intenderci. Una voce niente male fra l’altro.

    Rachel:

    “Cazzo, ma sai che canta davvero bene?”

    Yoss
    “E senza nemmeno le catene…incredibile…”

    Rispondi

  13. Posted by Anubi, il dio cane on agosto 26, 2009 at 21:13

    Volevo commentare il duetto con Franco Battiato… no ripeto, Franco Battiato dio can. Cioè la Peste si fa un duetto con Franco Battiato dio sonar: è il sogno di tutti i ritardati del mondo dio porco dio.

    Se avessi chiesto:
    -“Ou dio glande, cosa vuoi fare da grande?”
    a Eluana Englaro, ti avrebbe detto:
    ” Che dio ti fulmini, quell’impestato: un duetto con Franco Battiato.”

    E per questo l’Altissimo levissimo purissimo sterco equino l’ha punita con 17 anni di coma, “e non mi invento un caxxo” [cit.] dio pluto.

    Rispondi

  14. @ Yossarian: Ho guardato l’ultimo meeting di atletica solo per via dei culi delle centometriste.

    @ Anubi: È successa la stessa cosa anche a Terry Schiavo.

    Rispondi

  15. Posted by Anonymous on agosto 27, 2009 at 15:45

    diocan, Joe Squillo, chissà che vecchia di merda è diventata…

    Rispondi

  16. Oh, addirittura due linchi. Sono lusincato, grazio, dioboia, non merito tanto, puttana eva. Quando vengo nel veneto, ti offro una graspa da cento.

    Rispondi

  17. La prima volta che ho ascoltato questi gonzi ero in macchina con mio cugino che, convinto di sentire la musica più figa dell’Universo conosciuto, li aveva messi nell’autoradio, al mio “Che è sta merda? Questi accordi li avrà scritti un marsupiale affetto da gonorrea spastica nel mezzo di un attacco apoplettico” credo ci sia rimasto un po’ male.

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  18. porcodio ma padone è ovunque?
    comunque mica che lo sapevo che i lacuna coil erano italiani sennò se ce lo avetti saputo non ce li ascoltavo lostesso, io penso.
    e comunque io ci condivido con te abbastanza anche la classifica della canza italiana, anche se al primo posto per me ci è sempre stabilissimo inespugnabile quel stronzone di allevi, al secondo arisa (aka rosalba pippa) e al terzo simone cristacci e apparimerito con lui battiato e tutti i altri.
    che altro ci volevo dire?
    ah sì, che i miei commenti qui vengono pubblicati anche se fanno pisciare tavernello e non ci hanno senso ahahahahah

    Rispondi

  19. Allora, concordo su Arisa, è INSOPPORTABILE. Meriterebbe la cura Rocco Siffredi dei tempi d’oro: cazzo in culo a tutta forza, testa nel cesso e sciacquone (chi indovina il titolo del film, vince una Bombardier da mezzo). Tuttavia considero Arisa un fenomeno “one night stand”, già non ne parlano più ed è giusto che sia così. Allevi, Dio smargiasso, cosa vuoi che dica di Allevi? È lì, fa quello che fa e tutti lo perculano… e il suo culo si tramuta in fresa, il che fa ridere. Padone, per ora, è simpa. Scarface dice che dovrei pubblicare i suoi commenti e non i tuoi.




    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

    Rispondi

  20. sì sì infatti ci avevo velatamente fatto quest’allusione proprio per lui, lo scarfèis ahahahahahah!! e io non saprò mai quello che ci risponderà, purtroppo…….

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    padone è simpa però si sceglie male le fiches.
    arisa infatti è uno di quei fenomeni da baldraccone che per fortuna ci svaniscono subito come la puzza delle scoreggie innocue. invece allevi no, purtroppo. io ci voto per cazzoinculoetestanelcesso per lui a oltranza.

    Rispondi

  21. Meeeerda, io manco lo sapevo chi fosse arisa, e adesso lo so, e dioboia, sentivo sempre quella merda alla autoradio e ho sempre pensato che fosse la pubblicità di un supermercato. E invece è la pubblicità di una carta da culo. Perché fatto sta che, se me lo concedete, prima della cura rocco, io smerdacchierei volentieri con dovizia di scorregge sia il cesso di arisa che quello di allevi.

    Rispondi

  22. Perfetto, Padone, sei dei nostri. Ufficialmente. Dimenticavo: Dio schiavo.

    Rispondi

  23. dichiaro di comprendere e di voler continuare.

    Rispondi

  24. A proposito di Pink Floyd, perche’ non scrivi un posto su come facciano cagare dopo Ummagumma, in particolare The Wall che e’ una merda liquamosa che meglio Beyonce’ mille volte?

    Rispondi

  25. Perché sono un cazzone pop che – a parte “The Wall” che, ne convengo, scende scroti alle caviglie, film compreso – gode come un opossum ascoltando “A Momentary Lapse Of Reason” nella sua interezza. “The Division Bell” mi fa cagare piastrelle di gres rosso però, quindi c’è ancora spazio per tirarmi in qua.

    Rispondi

  26. Posted by Anonymous on agosto 31, 2009 at 11:29

    ahahahahaha diocane ho letto il racconto di bruscselll ahahahahahaha ancora rido porcoddio

    W la faica!

    Rispondi

  27. Posted by Ex Macellaio on agosto 31, 2009 at 11:31

    Premesso che la madonna è vigliacca, vorrei dire che dei Laguna Coil mi sta particolarmente sui coglioni quel peso morto dell’altro cantante. Mi piacerebbe munirmi di mazza da baseball e farmi chiudere in una stanza con quellollà, tanto per vedere che rumore fanno le sue ossa.
    Ah, mi pare che il film fosse Rocco Animal Trainer 2. Vi sono fiche di altissimo livello che vengono trattate come si deve.
    Un caro saluto.

    Rispondi

  28. @ Macellaio – È vero che hanno un altro cantante, è solo che, essendo utile come gli acari della polvere, non l’ho nemmeno preso in considerazione.

    Il film in realtà è “L’Autobus Del Sesso – Ultima Fermata Sandy”. Giuro che non ho visto “Animal Trainer 2”, anche se il titolo è davvero molto grind.

    @ Anonimo – Purtroppo Nelson mi ha pregato di rimuoverlo perché, a suo dire, si potrebbe risalire a lui e alla figa romana. Io gli ho detto che le probabilità che succeda equivalgono a fare 6 al superenalotto con 50 centesimi; ma lui ha insistito. Io ho obbedito. Peccato :-).

    Rispondi

  29. Posted by Anubi, il dio cane on agosto 31, 2009 at 14:41

    Io avevo detto porco dio comunque. E’ un peccato che sia stato cancellato e quindi l’ho riscritto qui.

    Rispondi

  30. Posted by El Merendero on agosto 31, 2009 at 22:47

    mi associo al cordoglio per la perdita del post relativo alle belghe tribolazioni.

    Dio schifoso can.

    Per punizione adesso ti becchi sto lik qua, madonna rimandata:
    http://fellowshipofthesun.org/

    Rispondi

  31. Il link ha tutta la mia approvazione. Soprattutto per via della faccia del tipo a destra con la felpa “Light Of Day”.

    Rispondi

  32. Posted by Anonymous on settembre 3, 2009 at 12:57

    Sono sempre d’accordo con te in tutto e per tutto (difatti questo blog è tra i miei preferiti).

    Però fidati di me se ti dico che il primo album (e ci tengo a sottolineare SOLO ED ESCLUSIVAMENTE il primo album) dei Lacuna Coil è una vera perla, uno dei migliori dischi rock italiani di sempre. All’epoca cristina era anche smodatamente sorca…

    Poi non so che cazzo è successo… scrivono musica post-coprofagia. E i vari produttori e discografici si avvicinano loro esordiendo con un “Io rinnego DIO!” seguito da un “Vuole il culo? C’è della merda…”.

    Comunque si, ti suggerisco un ascolto disinteressato a “In a Reverie”, che effettivamente merita… una remenata al bischero musicale !!

    Ave !

    Rispondi

  33. Posted by Anonymous on marzo 7, 2010 at 16:22

    Accidenti, ce n’e’ di gente che non capisce un cazzo… Mi riferisco a te, grettone.
    Non solo dici che non è figa ed e’ butterata (dove scusa? Prove???) .
    Poraccio…mi fai pena perche’ sei una persona con problemi…sei cieco… ti hanno detto che troppe seghe compromettono la vista?).
    Giusto per farti capire quanto coglione sei… i Winger stessi hanno chiesto a Cristina di cantare con loro.
    Ma cosda ne vuoi sapere tu… meglio farsi le seghe e criticare gli altri che farsi una carriera da solo.
    Sei proprio l’italiano medio.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: