«Senza Travaglio non si farà Anno Zero» dichiara Michele Santoro.

Annunci

23 responses to this post.

  1. Cazzo, ma Cthulhu non riesce a capire il momento nevralgico del percorso democratico che in questo paese sta attravesando una perigliosa fase di derivazione cverso una gentile autocrazia di stampo comunicazionale in un momento storico in cui la grande informazione permea tutte le coscienze dell’individuo che sta perdendo il suo senso di comunità per lasciarsi spingere verso un individualismo malsano e depravato in coincidenza di una serie di eventi che minano le fondamenta costituzionali in una realtà avulsa dal sogno di libertà e democrazia dei padri fondatori fondanti una repubblica che vede sgretolarsi le radici su cui si basano i pilastri di una civile e morale convivenza per piegarsi alle barbariche orde di un consumismo selvaggio che vede nel conflitto di un interesse singolo lo sfogo dei peggiori istinti dell’uomo moderno.

    Cordialità

    Attila

    P.S. Una birra pagata a chi riesce a fornirmi un senso compiuto di tutte le cazzate che ho scritto in questo commento.

    Rispondi

  2. “Brigitteeee Bardooot Bardooot, Brigitteeeee Pegioooo Pegiooo!

    Uhhhhh, meu amigo Ciarli, uhhhhh meu amigo Ciarli Braun…”

    Ragazzi, cahacha per tutti e facciamo un’altra ‘conga’ la guido io…alza quel cazzo di stereo, vaiiii!

    Rispondi

  3. Attila & Yossarian – LOL. Sentite qua: secondo voi è meglio che spenda euro sette e centesimi cinquanta (5,50 € se non è il weekend) per andare a guardare “G.I. Joe” al multisala o la stessa cifra per “Videocracy” al Cinema Zero di Pordenone? Proprio non so cosa fare del mio denaro.

    Rispondi

  4. Posted by Anonymous on settembre 23, 2009 at 14:24

    Io ti consiglieri videocracy al cinema ripieno di coperte colorate(TM).
    Sicuramente non farà bene al tuo fegato, ma almeno ci regalerai un post con cui sbellicarsi dal ridere.

    😀


    DzU

    Rispondi

  5. Effettivamente anche io propenderei per il consiglio di DzU… ma, visto che in fondo in fondo (ma proprio in fondo) sono un bravo ragazzo, ti consiglio di portare un ettolitro di alcaselzer durante la visione!

    Rinnovo le cordialità

    Attila

    Rispondi

  6. Posted by Spappolator on settembre 23, 2009 at 16:28

    Io ti consiglio di spenderli in alcol, per due motivi:

    1- Videocracy dice tutto quello che chiunque abbia superato con profitto le scuole medie già sa. Ovvero che Abberlusconi è un esseraccio ripugnante, ma se la gente lo vota vuol dire che gli itagliani sono un popolaccio di merda e gli sta sol che bene.

    2- E’ assurdo pagare soldi per assistere allo stupro anale dei propri ricordi d’infanzia. Il film di G.I. Joe non c’entra un cazzo con G.I. Joe, è un film d’azione assolutamente mediocre e tradisce in diversi modi l’anima fondamentalmente pornogrind dell’intero genere.

    Detto questo, consigli per gli acquisti: vista la tua propensione per l’attività siderofaga, perchè non concedersi qualche pornaccio interpretato da una troia esagerata che non si nega l’occasionale pera di steroidi? Non è così male come potrebbe sembrare, digita senza timore “Hunter Bryce” nella barra di ricerca di XVIDEOS.COM

    Gnam!

    Rispondi

  7. Senza Travaglio non si fara’ Anno Zero…
    Dio porco che notizia, ma come l’ha messa dentro dio cane, Maria, dio boia (cit.)

    Rispondi

  8. SENZA I PUNTI! SENZA LE MAIUSCOLE!

    Rispondi

  9. Carissimo Basta Avec Les Stupefacents:

    Il mio modestissimo consiglio e’ di andare prima a vedere quella solenne pila di letame che risponde al nome di Videocracy al leggendario Cinema Zero di Pordenone.

    Dopodiche’, quando uscirai vomitando verde a spruzzo come Linda Blair, ti potrai agevolmente dirigere verso il multisala imperialista dove proiettano GI Joe.

    Il confronto fra quella nequizia stercoraria e liquamica di Videocracy e il sublime GI Joe, ti fornira’ quindi gli strumenti dialettici per apprezzare ancor di piu’ il cinema consumista delle multinazionali di Hollywood, e una volta a casa, potrai scureggiare allegramente ripensando a quella colata di merda a 18 carati di Videocracy, e a quanto sei saggio a evitare come la peste il cinema italiano e di sinistra.

    PS Mia sorella e’ comparsa da Ashley.

    Fai conto: Yossarian femmina, solo, molto, molto ma molto piu’ stronza. Specie con i furry hippy e di sinistra.

    PPS I tre post in contemporanea di oggi sono un’evento da ricordare per sempre nella blogopalla.

    Rispondi

  10. Posted by Anonymous on settembre 24, 2009 at 08:21

    Oh, ciccio, c’e’ anche “il Cosmonauta” (con ogni lettera di colore diverso, come le scritte Auguri alla festa di mia figlia).
    Va’ che dev’essere uno stracazzo di stronzo filmone. Italianissimo & Levissimo!

    Nel trailer si vede una bambina di 6-7 anni che dopo una rivendicazione proletaria (alias capriccio da stramusoni) si indigna coi genitori e se ne va sbattendo la porta urlado che lei e’ comunista. Cose che se me le fa Lara, la lego ad uno scoglio e aspetto che salga la marea.

    Oh, sia chiaro, io non l’ho visto. Prevedo di non vederlo nemmeno se mi invitasse Brad Pitt in tanga. Ma sa troppo da film riflessivo, intellettuale, studiato. 10 a 1 che all’estero “non sara’ capito”.


    Nadja Jacur

    Rispondi

  11. @ Yossarian – Ho visto, la storia del pappagallo è dirompente, nel senso che mi ha aperto in due.

    @ Nadja – Chissà se all’estero si cagheranno “Il Cosmonauta” più di “Caos Calmo”. Mah…

    Rispondi

  12. Posted by Anonymous on settembre 24, 2009 at 14:20

    1) Mi candido a sostituire Travaglio… posso dire le stesse cose contro Berlusconi e mi faccio pagare molto meno per dirle. Oltretutto ho messo in offerta il pacchetto Bossi-Berlusconi-Calderoli con elegante espressione da disgusto (causata ad hoc da ingestione di uova crude ed olio), in promozione con l’indispensabile cofanetto “Poveri Clandestini” a un prezzo stracciato.

    2) G.I. Joe lo vedrei solo per Sienna Miller che è una gran fregna. Poichè, però, Sienna Miller ama farsi ingroppare dai miliardari, credo che non abbisogni del mio denaro e io possa scaricare l’audiovisivo. La visione casalinga, peraltro, consente un più semplice e discreto utilizzo del bagno, cazzomai la visione del movie faccia defecare o la visione della Miller causi erezioni vigorose. Oltretutto da casa posso accedere a slutload.com

    3) Pagherei per vedere videocracy, ovvero l’ennesimo sputtanamento del sistema italia, se e solo se l’autore fosse stato uno svedese. Poiché l’autore è italo-svedese lo sputtanamento non ha più senso “per sé”, come direbbe Hegel dopo qualche pinta di troppo, ma diventa l’ennesimo tentativo tafazziano di autoevirazione nazional-popolare. Poiché, concludo, questa autoevirazione risale al famoso comizio dei Nani Moretti, posso rivedere quel video su youtube comodamente da casa e provocarmi lo stesso effetto. Ovviamente questo effetto pregiudica la voglia di vedere Sienna Miller in G.I. Joe con conseguente visita a slutload a causa di perdita di funzionalità delle gonadi.

    3) Nessuno svedese farebbe un film per prenderci per il culo perché gli svedesi sono bravi. Le femmine in Svezia sono delle fighe spaventose, ma non raggiungono i livelli della repubblica ceca. Però voglio andare a vivere in Svezia perché paese caratterizzato da un ottimi rapporto qualità della vita / qualità della figa.

    n) hai visto che in sicilia un ragazzo ha preso l’influenza divina, la madre allarmata l’ha portato in ospedale, i medici hanno detto che non ha un cazzo però oromai lo devono tenere in osservazione? Il senso di tutto ciò? Solo un compagno di questo individuo si è presentato a scuola il giorno dopo. IN TUTTA LA SCUOLA !!! Cazzo, stanno avanti… noi ci limitavamo allo sciopero il giorno dei caduti (per commemorare i caduti toccando le sode tette delle liceali, ovvio) e a incollare la serratura della scuola con il bostik. E poi dicono che il nostro paese non progredisce… a Erik Gandini fischiano le orecchie.

    5) Mi fermo perché questo blog non merita l’invasione da parte del mio ego strabordante.

    Rispondi

  13. Caro Anonimo,

    Prima di tutto hai messo due volte il numero tre il che è molto rock. In secondo luogo, gli sbarbi hanno tutti i maledetti vantaggi del mondo se messi a confronto con i tempi in cui noi eravamo sbarbi. Gli sbarbi di oggi non durebbero un fottuto secondo nel 1986, nemmeno un micro fottutissimo dannato secondo.

    – Hey ma’, c’è un bastardo che è rimasto a casa perché ha 37 di febbre, io sono convinto che non sia proprio un beneamato cazzo ma ho sentito dire che potrebbe essere la pestilenza porca.
    – Ok, tu non ti muovi di casa per un paio di settimane. Accontentati del porno su internet.
    – Grazie, ma’. Oh senti la pasta è trenta secondi scotta.
    – Tranquo, figlio la ma’ te la rifa subiterrimo.
    – Ok, gra’ ma’.

    Rispondi

  14. Posted by Anonymous on settembre 24, 2009 at 15:28

    Non ci crederai mai….

    Quest’estate sono andato in banca perché la vita mi ha insegnato tanto ma non a fare un cazzo di bonifico on line. Davanti a me c’era la classica coppia Mamma-ancorafregna / Figlio bimbominkia-cresciuto a cui mi ero avvicinato più del dovuto causa fetore ascellare esacerbato dall’alta temperatura ambientale del cliente che si presume dovesse effettuare operazioni bancarie dopo di me. Riferisco in maniera grossomodo testuale il colloquio:

    “Mamma ma ci vai al concerto?”
    “Certo che vado… tu o vieni con me o esci con gli amichetti”
    “Non so mamma, dovrei finire Final Fantasy IX… vabbè vengo dai”
    “Al concerto di Miguel Bosè però ci vado da sola”
    “Davvero hai trovato i biglietti mamma?”
    “Si… lo sai che ho anche il numero di cellulare di Miguel Bosè??”
    “Davvero?? Cazzo, figata, sei grande mà!!!”
    “…però questo non lo dire a papà. Anzi, non lo dire a nessuno”
    “Ma certo mà… te però a novembre mi compri il cd dei Linkin Park”
    “Ma certo, te lo devo regalare io…”
    “Evvai !!! Si !!! “

    Difficile sopprimere l’idea della seducente signora che si fa ingroppare come una cavalla e, presumibilmente, concede anche il più sacro dei suoi buchi con gioia. Tale idea, ahimè, indusse fastidio a causa dell’identità dell’ingroppatore, del basso q.i. dello sbarbo e dal non cessare del fetore ascellare del cliente a mia tergo (inspiegabilmente esacerbato dall’aria condizionata).

    Sul punto di afferrare per il collo (con cura di non comprimere ambedue le arterie carotidi) dello sbarbo e urlargli in faccia, con tanto di apposizione involontaria di saliva:

    “Ma Dio AlfaSud, ti rendi conto che tua madre si fa ingroppare da uno che la sfonderà solo perché negli anni 80 vendeva quanto trombava, ora gli si è ridotto il parco-figa ma è dipendente da un numero ben definito di eiaculazioni settimanali? Cazzo, ci sei nato e cresciuto in quella vagina, come puoi resistere al pensiero che Miguel Bosè dissacrerà casa tua? Madonna Cadutadicostantinopoli, tua madre si farà ingroppare da Miguel Bosè !!! Ti rendi conto?? Stiamo parlando di tua madre, cazzo, ma soprattutto di Miguel Bosè!!! Ti ren…

    “Dica…”

    “Come?”

    “Dica…”

    “Ah si, devo fare un vaglia… un bonifico… un versamento !!!”

    “Un bonifico o un versamento ??”

    “Eh non lo so è la prima volta che lo faccio… “

    “Ma lei che deve fare, scusi…”

    (Non riesco a pensare a cosa devo fare se non smetto di pensare alla signora di prima che urla di piacere mentre viene ingroppata… oddio no, cazzo, Miguel Bosè esci dai miei pensieri…)

    “…ma lei ha un conto XXXXXXXX ??”

    (…maledetto sbarbo-minkia, stramaledetto Miguel Bosè e ri-stramaledetta cagna in calore che dopo una certa età potrebbe anche smettere di accoppiarsi !!!)

    Rispondi

  15. Posted by Anonymous on settembre 25, 2009 at 09:47

    ROTFL, anonimo.

    Cioe’, leggendoti ho subito pensato anche il bimbominchia poteva essere un figlio naturale di miguel bose’.

    Cioe’, la quadratura del cerchio, la pecora che torna all’ovile, il salmone che risale la corrente.

    Corollario: 6-7 miliardi sono troppi. 3 scarsi e poi se ne puo’ parlare.


    Nadja Jacur

    Rispondi

  16. Posted by Anonymous on settembre 25, 2009 at 14:19

    ROTFL Nadja, ROTFL…

    Rispondi

  17. E invece è una bella notizia perché anno zero è proprio un bruttissimo programma che non ti dico.
    Eppoi santoro l’han messo lì solo perché così gli altri giornalistici sembrano più intelligentici.

    Rispondi

  18. no! dio operatore ecologico! e io come faccio mo a non vedermi annozero con lo stesso gusto con cui non me lo vedevo prima?!?! cosi’: non mi vedro’ annozero con lo stesso gusto con cui non me lo vedevo prima.

    astrosio

    p.s. ci tenevo a dire la mia perche’ oggi e’ arivato fasueb!

    Rispondi

  19. Qua da noi fasueb è in mano alla telecom. Abbonarsi a fasueb equivale ad avere alice, solo con l’helpdesk più lento perché deve passare per telecom.

    Rispondi

  20. io ci voglio chtulu al posto di travaglio. sicuramente riesce a dirci cose meno banali. e è pure più bellerrimo. dio niarlatoteph.

    Rispondi

  21. E io ccc’ho Virgin e il cavo e scarico i filmi BDSM in 15 secondi netti, tie’ tie’ tie’.

    E c’ho anche uno che quando telefono al customer service parla come Apu dei Simpson.

    Che culo.

    Anonimo mi ha fatto spaccare.

    Rispondi

  22. voglio i film bdsm! tutti quelli dell’universo! basta che ci stanno le femmine! che se no non mi piacciono! ah, si’, le femmine debbono essere quelle che subiscono! quindi non proprio tutti! ma solo quelli dove ci stanno le femmine che subiscono! ecco!

    Rispondi

  23. Posted by Anonymous on ottobre 1, 2009 at 08:56

    Basta con la droga, ma poi ci sei andato a vedere G.I.Joe? Se si, com’è? spacca di brutto?


    DzU

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: