Et voilà! Sacramentarium, wooohooo! FESTA!

Un episodio introduttivo: alcuni miei parenti francesi di Marsiglia, nella lontana estate del 1988, vennero in Italia a trovare la mia famiglia e, sapendo che ero un appassionato di musica rock, mi regalarono una cassetta dei Cure.

Io scartai il pacchetto, vidi l’abominio, feci finta di nulla e recitai “Oh, grazie! No, davvero: grazie!”

Poi l’ho venduta a quattromilacinquecento lire a uno che abitava vicino casa mia che, dopo qualche anno, è finito in una comunità di tossici e ne è uscito con qualche neurone che giocava agli autoscontri. Per dire: una volta, completamente bollito a fuoco lento, è andato al cinema a vedere Rambo IV vestito come un berretto verde con un finto machete di legno nella cintura (e non m’invento un cazzo).

Insomma un giorno l’ho rivisto che girava in piazza con le cuffiette e, giusto perché sono una persona educata, gli ho stretto la mano, gli ho chiesto come se la passava e cosa stesse ascoltando con tanto trasporto.

Mi ha risposto: “I depesh mod, personal gisus. Figatona!”, poi si è grattato i coglioni e si è allontanato sbattendo contro ogni colonna dei portici. Non ne ha mancata nemmeno una.

Ricordo di aver sorriso divertito considerando che, fino a poco tempo prima, si drogava abbestia e non capiva un cazzo di niente a causa dei trip che si faceva; tipo che se ne stava seduto per ore sul ponticello con il rumore dell’acqua che scrosciava tra le pale degli antichi mulini del mio paese a contemplarsi le falangi che, nelle sue allucinazioni, gli si allugavano a vista d’occhio.

Bon, ora che ho a grandi linee tracciato un identikit del fan tipo dei Depeche Mode, ne parlerò diffusamente. Del gruppo, dico.

I Depeche Mode sono un gruppo inglese assolutamente privo di talento che, esattamente come tutta la merda che l’Inglesia ha partorito in quegli anni dell’esplosione della New Wave, piacciono a quei critici musicali che vogliono apparire colti e far credere a tutti quegli sbarbi che regolarmente si comprano “Sounds” e “Q” che il minimalismo musicale non sia incompetenza somara bensì arte.

Del resto è successa grossomodo la stessa cosa anche ai Velvet Undeground a cavallo tra gli anni ’60 e ’70; loro ce l’hanno fatta perché, alle spalle, avevano quel cazzone con i capelli fatti con le fibre ottiche, lì, uno che faceva le litografie con i barattoli della minestra Campbell e le vendeva a un cazziliardo di dollari a un branco di stronzi chic pieni di grana.

In pratica faceva la stessa cosa anche con i Velvet Underground: vendeva a peso d’oro merda fetente priva di valore a stronzi che non capivano un cazzo di niente ma dotati di portafogli ipertrofico.

Lou Reed, John Cale, Maureen Tucker, etc., tutti assolutamente incapaci a livello imbarazzante: componevano canzoni di purissima merda da tre merdosissimi accordi suonati alla cazzo-via con la batterista in piedi con la grancassa messa in orizzontale. E non lo facevano per ridere, erano serissimi. Razza di inutili spastici incompetenti del cazzo.

Ebbene: in pratica i Depeche Mode erano/sono la risposta Inglese a quella merda Americana. Risposta arrivata con dieci anni di ritardo, per dire quanto “avanti” erano e sono. Loro. E i fan.

Anche Martin Gore & dancing company erano/sono un branco di incapaci cazzoni del tutto fini a se stessi; con la differenza che qualche bastardo gli ha suggerito che potevano comprarsi un sintetizzatore analogico, chiedere che qualcuno glielo programmasse in modo tale che emettesse dei “parappappà” con delle square-wave, strimpellarci una variazione del tema di “Fra Martino Campanaro” e cantarci sopra quattro cazzate onanistico-polluzion-adolescenziali tipo “Quando sono con te, baby, vado fuori di testa e non ne ho mai abbastanza” (e non m’invento davvero un cazzo) perché tanto di sicuro ci sarebbe stato un Yossarian qualsiasi che si sarebbe comprato quel mucchio di merda fumante e gli sarebbe perfino piaciuto un sacco ascoltarlo.

In pratica i Depeche Mode erano/sono dei Velvet Underground con la maestra di sostegno (dove per “maestra di sostegno” si intende “MTV”): stessa somareria musicale equina, stessa qualità compositiva a base di canzoni di merda che spaziano dalla marcetta elettropop al maldestro tentativo di rock alternativo che gli sbarbi si pappano dato che quelli sono i video che vengono passati su MTV.

E, in effetti, è andata proprio come c’era fa aspettarsi che andasse: “I Just Can’t Get Enough” è diventata una hit e, anche nel 2010, c’è qualche pubblicitario che la utilizza come colonna sonora negli spot di una lavatrice, di un aspirapolvere o, più appropriatamente, dei sanitari della Ceramica Dolomite.

In fin dei conti non è nulla di nuovo: perfino gli U2 e Bob Geldof hanno avuto successo, giusto? D’accordo: i primi, senza quel sacco d’immondizia di Bono che incontra il papa, dice che Chirac è un coglione agli MTV Awards (guarda un po’!), vuole salvare le foreste, dare da mangiare ai bambini dell’Africa e fermare lo scioglimento dei ghiacciai, non se li sarebbe cagati nessuno dopo il 1985; Bob Geldof, stessa storia: Live 8.

I Depeche Mode, be’… per loro è un po’ diversa la faccenda.

Per qualche ragione, hanno MTV alle spalle e, quando vengono a “suonare” in Italia, ne parla perfino Studio Aperto. Così i mocciosi della Giovine Italia fanno: “Hey, diamo una possibilità a questi stronzi!” e magari si comprano il CD. Vanno a casa, lo ascoltano una volta con l’autoconvinzione di avere tra le mani oro colato, si rendono conto – inconsciamente – che è merda ricoperta di merda così prendono in mano la copia di Rolling Stone (la stessa rivista che ha messo, nella lista delle dieci migliori canzoni del decennio, “Crazy In Love” di Beyoncé, “99 Problems” di Jay Z, “Beautiful Day” degli U2, “Seven Nation Army” dei White Stripes e “Rehab” di Amy Whinehouse) che tengono sul comodino sotto il poster di “Kill Bill”, rileggono la recensione entusiastica “Sounds Of The Universe” e si ri-autoconvincono che sia il disco del millennio.

Quindi estraggono il CD dal lettore e lo ripongono sullo scaffale tra “Gli Spari Sopra” e “Lambrusco & Pop Corn”. Vanno al bar “Amante” di Fossalta di Portogruaro (esiste davvero) e, appena qualcuno dei loro amici che hanno difficoltà con i congiuntivi nomina i Depeche Mode, loro vanno in aceto e attaccano “Strafighi! L’ultimo disco è TROOOOOOOOOOOOPPO ganzissimo! L’ho letto su Rolling Stone.”

Ti ci vedi, Yossarian? 🙂

Lo sapevi che i Depeche Mode sono il gruppo preferito di Scarface? No? Non si finisce mai d’imparare, eh?

Tu & Scarface avete qualcosa in comune, Yossarian.

Sorridete.

Dite “testicoli!”

FLASH!

Bellissimi.
http://www.youtube.com/v/igLb5C7wW7E&hl=it_IT&fs=1&rel=0&color1=0xcc2550&color2=0xe87a9f&border=1

Annunci

51 responses to this post.

  1. “Rambo IV” sarebbe “John Rambo” ed è uscito l’anno scorso – probabilemte intendevi Rambo III, quello in cui aiuta i talebani a sconfiggere i russi, giusto?

    Rispondi

  2. @Basta con la Droga

    A parte la foto che mi ha fatto stramazzare, dio Wc Net:

    Come fai a sapere che mi piacciono anche i Cure?

    Te lo avra’ detto Scarface.

    Esco, torno, ascolto quel muco liquido che hai messo nel video e ti do’ un parere immantinente…

    A fra un po’.

    Dio Toto.

    Rispondi

  3. @ Braunsciugar – Intendo proprio “John Rambo” uscito l’anno scorso. Io lo chiamo “Rambo IV” per fare prima e perché è più semplice. L’episodio del machete è roba recente.

    @ Yossarian – Non vedo l’ora :-). Lo so che ci si dovrebbe figliodiputtanizzare vicendevolmente ma ho riletto il dialogo tra Beethoven e Mozart e non riesco a smettere di ridere. Vaccagare, Yossarian, va’.

    Rispondi

  4. Cioè, che cazzo.
    Nove – madonna sfornatutto – minuti e quindici – dio Torreinpietra Il Compatto – secondi di… ah, fanculo! Ero lì che pensavo – “Vai, che te la sfanghi”, voglio dire, con la forza di volontà s’ottiene tutto, no? Metti la cera togli la cera, o che cazzo ne so io. Poi a 0:53 è apparso il grugno soddisfatto di Mister Crocione D’Oro e ho cambiato idea. Non c’è verso di uscirne vivi. Questa è roba che a sentirla senza cuffie fa esplodere i cani per strada.
    Comunque, siccome è da tempo che ci si conosce, io non ho intenzione d’infierire. Sul serio. Pigliarti per il culo perché ti garbano i Toto onestamente è come sparare a uno che caga.
    Ti dico solo questo, a cercare i Toto su Wikipedia prima si incappa su:
    Gerarchia Umani. Di loro non v’è traccia, ma vengono menzionati nell’ordine: un santo, San Toto. Toto di Nepi, un romano morto nel 768. Totò, come diminutivo. Totò, il comico. Toto Cutugno, esso. Totò la Momposina, cantante colombiana. Toto, il grande capo-vuole pranzo dei Maori. Renato Tosio, campione di hockey detto Toto. Toto Bissainthe, un’attrice e cantante haitiana. Salvatore Riina, Toto per gli amici.
    Dopo gli Umani, c’è la gerarchia Animali. Magari qui una mezza speranza di incocciarli me l’ero fatta. Ma nisba. In compenso c’è Toto, il gorilla adottato da A. Maria Hoyt. E Toto, il famoso cheetah della serie BBC “Big Cat Diary”.
    A seguire, i personaggi di fantasia, quali Toto, il cane di Dorothy. Toto, il cane di un manga jappo. Toto, la tartaruga gigante (seriously). Toto, il protagonista della novella “Stories Toto Told Me and In His Own Image”.
    Poi si passa alla Geografia: Toto in Indiana. Toto in Angola, e Toto in Nigeria. In questi ultimi due posti son convintissima che almeno “they bless the rains down in Africa”.
    A questo punto potrebbe venir pensato – “Ora tocca a loro”.
    E invece no, dopo la Geografia, le Tribù: i Toto, primitivi Indo-Butanesi. E il Toto, la lingua ufficiale Tibeto-Burmese dei sopraccitati Toto.
    Si passa dunque ai Giuochi D’Azzardo: il Toto, la lotteria tedesca, di Singapore, e malesyana. E le scommesse sul calcio, chiamate Toto in svariati linguaggi.
    E finalmente, tra gli squilli di mille lingue di Menelik, loro stessi medesimi: i Toto!
    Nella categoria Gruppi Musicali, in compagnia delle Toto Coelo – girl band britannica rinomata per la loro imperdibile hit “I eat Cannibals”.
    Io direi che in quanto a mettere le cose nella giusta prospettiva, non fa una piega.

    Rispondi

  5. Rachel, tu già sai che TVUMDB e che non riuscirò mai a dirti che, come ogni femmina che ha a che fare con un computer, sei un po’ impacciata davanti a un terminale e può capitare che tu abbia qualche difficoltà con l’impiego del menu di ricerca di wikipedia.

    Eviterò addirittura di fare battute sulla tua curva attentiva allorché ti ritrovi ad affrontare composizioni musicali con accordi sospesi, sincopi, tredicesime e none eccedenti. In poche parole: tutto ciò che va al di là dei 4/4 e dei 3 minuti e 30 secondi non fa per te.

    Che poi, in un certo senso, è lo stesso problema dei Depeche Mode: fabbricano strumenti musicali con troppe note ma loro fanno finta di niente e proseguono sul sentiero della merda con le stesse modalità di un ariete che mira al tronco di un acero.

    Insomma: sono problemi cognitivi ma, come premesso, eviterò di dirtelo anche perché sto utilizzando un computer del Ministero Dell’Istruzione e c’è il pericolo che Brunetta s’imbufalisca se si accorge che sto cazzeggiando a scuola.

    Quindi io non ho detto un cazzo, ok? Questo commento non esiste.

    XOXOXOXO,
    L’arpioni :-).

    Rispondi

  6. Io sento di volere un sacco di bene al tuo vicino di casa; a me i tossiconi da eroina stanno simpatici: quelle tute viola splendidamente portate sopra mocassini e giubbotto di jeans imbottito con finto pelo hanno sempre suscitato in me grande curiosità. Per non parlare della silenziosa educazione che li contraddistingue quando sono in coda al SERT: avete mai visto una roba del genere tra le pensionate in posta?

    Rispondi

  7. Lillino, R-O-T-F-L.

    Rispondi

  8. @Basta con i Toto

    Ovvero: Yossarian, l’esimio Dottor Stanislao Ragadianalis, Leonardo Arpioni, e il caso Toto (umano).

    “Venga, venga, si accomodi pure e benvenuto nel mio studio caro Yossarian”

    “Grazie, molto gentile Dottor Ragadianalis. Cognome un po’ curioso il suo, mi permetta”

    “Sara’ normale Yossarian…”

    “Va be’, diamoci un taglio. Allora caro dottore, il motivo per cui intendo approfittare dei suoi carissimi servigi, dio cane, 100 euro l’ora, e’ quello che le ho anticipato per telefono: lei e’ un luminare della psicanalisi applicata alla musica, ed e’ inoltre un noto critico musicale et musicologo.
    Ora, le chiedo, accenda il suo laptop, vada sul blog di questo figuro a nome Arpioni e legga il devastante profilo personale del sottoscritto che viene tracciato nell’ultimo post di questo sacco di liquame.”

    Il Dott Ragadianalis, si inforca gli occhiali, accende il laptop e inizia a leggere il blog in questione.

    “Uhmm… allora, Depesh Mod, Velvet Underground, Scarface, dite “Testicoli”…hihihi…”

    “Dottore, cazzo fa? Sogghigna? Io la pago 100 euro l’ora per tracciarmi un profilo psico-sessual-musicale di questo losco figuro che insulta i Cure e mi paragona a Scarface, e lei ci sghignazza sopra?”

    “Ehmm, mi scusi…”

    “Fra l’altro, lo sa dottore che Scarface e’ stato bannato per l’ennesima volta dal forum di Piccolo Fiore?”

    “Nooo! Certa gente e’ proprio crudele e senza cuore”

    “Gia’, ora vada avanti e ascolti quel muco di locusta intitolato “Jake the Bone” “

    Dieci minuti dopo.

    “Bene caro Yossarian, credo di poter darle un quadro abbastanza completo di questa persona e del perche’ di gusti musicali tanto agghiaccianti”

    “Bene, bando alle ciance allora…”

    “Innanzitutto, il titolo di questa nequizia musicale: Jake the bone, laddove “bone” in inglese e’ uno dei tanti nomignoli slang che si usano per l’organo genitale maschile.
    In secundis, la prego di notare come la valente tecnica musicale e la vacua pomposita’ del duo Lukather-Porcaro nascondano in realta’ una raccapricciante mancanza di idee.
    Ora collegando le due cose come il buon Freud ci ha insegnato, possiamo affermare che l’Arpioni utilizza questa immane schifezza falsamente aggressiva, un po’ come certe persone comprano una pistola per affermare la loro virilita’”

    “Ergo, un “prolungamento del pene” dottore”

    “Esatto”

    “Ergo, mi lasci indovinare: l’Arpioni ha il cazzo di un criceto”

    “Temo di si’ Yossarian, temo di si'”

    Continua……

    Rispondi

  9. @Basta con i Toto

    Yossarian, il Dottor Stanislao Ragadianalis, Leonardo Arpioni e il caso Toto (umano).

    Parte II

    “Fra l’altro dottore, le leggo e le traduco un testo della premiata ditta Porcaro Bros-Lukather.
    Si chiama “Rosanna” ed e’ probabilmente dedicato a una sciampista portoricana di Coney Island:
    “Tutto cio’ che voglio vedere al mattino quando mi sveglio, sono i tuoi occhi Rosanna”
    Che ne pensa dottore? “

    “Che neanche i Pooh di “Piccola Ketty” si sono mai scesi cosi’ in basso caro Yossarian”

    “Gia’, lo sospettavo”

    “Inoltre, caro Yossarian, credo di poter affermare che nell’oscuro rapporto dell’Arpioni con i Toto, e in particolare con Jeff Porcaro, esista una nota di ambiguita’ sessuale”

    “Noooo!”

    “Certo, la scelta del brano, denota una passione sessuale segreta e repressa per Porcaro”

    “Noooo!”

    “Temo di si’, Yossarian”

    “Dottore, quindi lei mi sta dicendo che l’Arpioni se lo farebbe inchiavardare nel gnau da Jeff Porcaro, magari mentre ascoltano “Africa”.
    A proposito, le leggo un altro brano dei Toto e proprio da Africa:
    “I bless the rain down in Africa” dice il ritornello.
    Quale pioggia dottore? Lo sanno tutti che i negri in Africa muoiono a milioni e di sete per la siccita’.
    Ma a questi Toto gli scureggia il cervello?”

    “Probabile Yossarian, ma ce ancora una cosa che non le ho detto. L’Arpioni e’ un musicista vero?”

    “Temo di si’ dottore, suona la chitarra e credo sia anche bravo.”

    “Ecco, e’ qui che si inserisce l’elemento piu’ inquietante che definirei vouyeristico”

    “E sarebbe?”

    “Jake the bone, cela nel profondo del subconscio, il desiderio di avere rapporti sessuali contronatura con Porcaro, ottenendo allo stesso tempo l’approvazione del chitarrista Steve Lukather”

    “Noooo!”

    “Temo di si’, Yossarian”

    “Insomma dottore, riassumendo: l’Arpioni ha il cazzo di un criceto, e ascolta quella fetenzia musicale perche’ vorrebbero farsi cilindrare da Porcaro, mentre Lukather li guarda e si masturba, mentre tutti insieme ascoltano “Hold the line”, che mi sembra assai appropriata alla situazione.”

    “Temo di si’, caro Yossarian. E ora sarebbero 300 euro.”

    “Sta fregna dotto’. Lei mica scherza.”

    “Neanche quella cacche dei Toto se e’ per questo”

    “Vabbe’, la ringrazio, valeva la pena. Un’ultima cosa dottore…”

    “Si’?”

    “Lo sa che Scarface ha litigato ancora con Cagliostro49, e che quest’ultimo gli ha tolto la parola?”

    “Certa gente ha il cuore di pietra Yossarian”

    “Gia’”

    “Arrivederci”

    “Arrivederci”

    Rispondi

  10. Yossarian, Dio tubero dolce, Jeff Porcaro è morto, il batterista è Simon Phillips, “Rosanna” è dedicata a Rosanna Arquette (che, nel 1982, era la morosa del tastierista) e io suono le tastiere. Cazzarola, ne avessi imbroccata una. Dico “UNA”. Cioè: il webmaster di Failblog vuole nominarti caporedattore honoris-causa.

    PS = HAHAHAHAHAHAHAHAHA. Splendore nell’erba.

    Rispondi

  11. @Basta con i Toto

    ehmmm.. “ce” va letto come “c’e'”…c’e’ un “si” di troppo nei Pooh…e “vorrebbero” e’ “vorrebbe”.

    La sintassi del dott Ragadianalis non e’ esente da sviste nonostante gli allori accademici…

    Rispondi

  12. @Basta con La Droga

    Lo so che e’ morto.

    “Che ne pensa dott Ragadianalis?”

    “Necrofilia, Yossarian, un chiaro caso di necrofilia.”

    “Cioè: il webmaster di Failblog vuole nominarti caporedattore honoris-causa.”

    LOL

    Vai a cagare…

    🙂

    Rispondi

  13. Tranquillone, ragazzo :-). Dai che si comincia a carburare.

    Se Scarface posta un commento, glielo passo solo per il gusto di poterlo insultare dopo.

    SCARFACE, IMMANE TESTA DI SCROTO, DOVE CAZZO SEI? FATTI VIVO CHE TI SPACCO LA MERDA CON LA MIA STESSA MERDA.

    Rispondi

  14. @Basta con la Droga

    Ora vado e ascolto.

    Dio carrozziere disonesto, Simon Phillips era un fior di turnista, perche’ tanto odio?

    E’ lui che suona in quella merda di “You can leave your hat on”…lo sapevi?

    La prima Tama che ho avuto, prima di vedere la luce Ludwig, era uguale a quella di Simon Phillips.

    Quanto alle sviste senti: sono un cazzo di batterista, e i batteristi possono fare quattro cose contemporaneamente con gli arti quando suonano, ma solo una alla volta con il cervello quando pensano.

    Dio schiavista, ma ho sempre pensato che tu fossi chitarrista.

    Tastierista…

    Ci devo fare un post su voialtri…

    Quasi peggio dei cantanti, ma leggermente meglio dei chitarristi.

    Dio quanto odio quelle checche isteriche dei cantanti….

    Arrivano sul palco con un cazzo di microfono mentre gli altri si devono trasportare l’ira di dio e tutto quello che sanno fare durante il sound check e’ strillare istericamente : “non sento niente nella mia spia, non sento niente nella mia spia…”

    Certo pirla..e’ spenta.

    E’ successo veramente Arpioni.

    🙂

    Rispondi

  15. I chitarristi sono il peggio del peggio. Non c’è scampo.

    – “Eh, ma non sento un cazzo…”
    – “Allora versati un bidone di acido solforico nelle orecchie, Beethoven.”
    – “Ok, abbasso.”

    Tutto esattamente come prima.

    Dammi torto.

    Rispondi

  16. Che figatona un bel disco con unione degli U2 e dei Depeche Mode: si brevetta l’ultimate sturacessi!

    @Yoss: posta un altro video degli ultimi Depeche Mode, che ho un po’ di mal di stomaco… 😉

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  17. @Basta con la Droga

    LOL

    Torto?

    Hai mai notato che quando abbassano, muovono il cursore, fader, o manopola, esattamente di 1/4 di millimetro?

    Poi ti guardano stizziti come a dire: “ecco, ora che non si sente piu’ niente sarai felice…”

    E riprendono a suonare a 3000 watt.

    Sono allucinanti. E quando si presentano con pedaliere di effetti che poi non sanno usare?

    La cosa peggiore e’ quando pretendono di provarli in un pezzo, ovviamente senza dirti un cazzo, cosicche’ tu al posto del chorus che si e’ stabilito di usare in quelle 16 battute, ti ritrovi un suono che sembra il gemito di un brontosauro aggredito da un tirannosauro.

    E che dire caro Arpioni del loro stupefacente senso del ritmo?

    Non c’e’ modo di far entrare nei loro cervellini l’idea che il tempo non e’ una opinione…

    Loro fanno gli assoli…

    @Attila

    Vedro’ di accontentarti 🙂

    Bentornato Attila.

    Rispondi

  18. Attila, immagina un supergruppo formato da:

    – Thom Yorke, Dave Gahan e Chris Martin che si alternano alla voce e ai cori,
    – The Edge alla chitarra (innovatore della sei corde un cazzo! FA CAGARE!)
    – Andrew Fletcher al basso e alle tastiere

    &

    – Lars Ulrich alla batteria.

    Pensa che amalgama vincente. La fabbrica del confetto Falqui potrebbe chiudere domani.

    Rispondi

  19. Grazie Yoss… rifodera il divano…

    @ Basta con la Droga: ma Bono con gli occhialetti da mentecatto e l’aria di chi ha sempre lo stronzo incastrato nello sfintere dove lo metti nella formazione?

    Così facciamo fuori anche le Fave di Fuca!

    Rinnovo le cordialità

    Attila

    Rispondi

  20. Ma buttiamo sul piatto anche John Frusciante, a questo punto.

    Rispondi

  21. Posted by Anonymous on gennaio 7, 2010 at 17:11

    @Basta con la Droga

    Perche’ cos’e’ che non va con John Frusciante?

    Bono e gli U merd fanno scoreggiare, su questo non c’e’ dubbio.

    Saro’ un fan dei Depeche ma su Bono Merd ci scacazzo sopra.

    Allora, deliziaci invece con qualche video che non sia quella raccolta di banalita’ predigerite in tempi simil-dispari per fan della fusion e di merde come gli Spiro Gyra, Pat Merdheny, e Yellow Jackets, che porta il nome di Toto.

    😛

    Yossarian sloggato, che si sta leggermente cagando addosso e corre al gabicesso.

    Rispondi

  22. Io ci sono stato a fossalta dioporcogruarr e suona proprio come il vomito del veneto, e mi sembrava davvero di essere nel mezzo dei pesci mod.

    Tanti auguri.
    Senti bello ‘sto pezzo.

    Rispondi

  23. John Frusciante è un drogato incapace e i RHCP sono un gruppo-bluff. Toh: http://www.youtube.com/watch?v=sxHnomslPx4&fmt=18 < --- La tromba sordinata è di Miles Davis. Immagino che Miles Davis non abbia mai suonato in un disco dei Depeche Mode, giusto? Ullallà, Padone… mi si è cagliata la prostata (non ho un’idea precisa di cosa significhi, ma rende).

    Rispondi

  24. A me i Chiur piacciono, ma se la cassetta era tipo The Top (che megamerdaaaaaaaaaaaaaa!) o Kiss Me Kiss Me Kiss Me hai fatto solo bene.

    Gli U2 sono un po’ un mio scheletro nell’armadio (è stato il gruppo della mia iniziazione, non posso rinnegarli più di tanto), anche se i dischi prodotti da Lillywhite nella loro rusticheria àirisc continuano a contagiarmi. Anche The Unforgettable Fire, nonostante alcune tracce del cazzo.
    I messianismi di Bono mi squartano la coglia alla brutto Krishna, questo sì.

    E affanculo i cantanti. Il perché lo so io.

    Rispondi

  25. @Yoss: ma esiste nella musica leggIera qualcuno che non faccia parte della sezione ritmica e che non sia uno stronzo?

    Rispondi

  26. Bono, quello che regala gli occhiali da sole gialli da tamarro in vacanza a Rimini a un vecchio papa devastato dal morbo di Parkinson?

    Frusciante, uno dei piu’ grandi miracolati della storia della musica (solo i RHCP potevano reintegrarlo dopo aver avuto Dave Navarro…pura demenza)?

    dio sgroppino…

    Rispondi

  27. martin gore è uno dei migliori autori che la perfida albione abbia mai avuto…
    ma d’altronde che cazzo ne capisci te di musica…
    capace solo di ascoltare chitarre che scoreggiano tutto il santo tempo assoli eseguiti alla velocità della luce, tutta tecnica e niente anima….

    però è vero i mettallari non si drogano (o quasi) ma muoiono con il fegato in mano…

    ps senza i velvet underground forse non esisterebbe una estetica a te tanto cara…

    Rispondi

  28. @ I want to live in puttanland – Vedi cosa succede a farsi plagiare? Ci si convince che un caprone incapace e privo di talento come Martin Gore sappia fare musica. Leggi Rolling Stone e/o Mucchio Selvaggio, vero?

    “Fra Martino Campanaro”, Thailand. Apri gli occhi: FRA MARTINO CAMPANARO.

    Rispondi

  29. no
    non leggo ne rolling stones e nemmeno muccio… anni fa leggevo rumore… fa lo stesso??
    certo che se ti fermi al primo dei depesc mod allora hai ragione…
    ma si son evoluti…
    il metal un pò meno, sempre chitarre scoreggianti è…

    Rispondi

  30. Rumore è una frullata delle cagate sciolte a base di broccoli di Rolling Stone e Mucchio.

    Il metal non ha bisogno di evolversi: è da sempre perfetto. Pensa al pornogrind.

    Rispondi

  31. @Basta con la Droga

    “i RHCP sono un gruppo-bluff”

    Arpioni, mi assento un attimo ed ecco che mi elargisci immediatamente un giudizio critico degno delle istruzioni per l’uso della carta igienica, ossia inutile.

    Su Martin Gore ha ragione Padone, solo che le tue orecchie anestetizzate da anni di liquame sonoro della premiata ditta Porcaro-Lukather non lo recepiscono.

    “mi si è cagliata la prostata”

    ROTFL…..te la rubo.

    🙂

    @Ares

    Be’, Navarro ( che mi piace) andava bene per i Jane’s Addiction.

    Con i RHCP, mi sembrava un po’ sopra le righe, e quanto a capacita’ compositiva, Frusciante se lo magna.

    Comunque si’ Navarro e’ un miracolato.

    @Padone

    Temo che su Rumore abbia ragione l’Arpioni.

    Rispondi

  32. I RHCP sono LAMMERDA. Davvero riesci ad ascoltare Californication dall’inizio alla fine? E By The Way? E Stadium Arcadium?

    Merda fetente.

    Yossarian, tu & MTV avete la stessa anima. Deal with it.

    E Frusciante rimane un drogato privo di talento.

    “E… ma lui suona così perché è il suo stile.”

    No, suona così perché è un incapace. Frusciante è l’equivalente chitarristico dell’UDEUR: il nulla.

    Un gruppo che molla Navarro per riprendersi Frusciante è un bluff. Non è questione di gusti, è matematica.

    Rispondi

  33. @Basta con la Droga

    “Davvero riesci ad ascoltare Californication dall’inizio alla fine?”

    Tutto? Anche dieci volte in un giorno. Californication e’ un capolavoro.

    Tutto cio’, nonostante Stadium Arcadium mi provochi immancabilmente acuti episodi di meteorismo.

    Anzi, ora vado ad ascoltarmi
    “Other side” a palla.

    Comunque, nella mia immensa magnanimita’, voglio offrirti una possibilita’ di redimerti:

    ti piace Mike Patton?

    Rispondi

  34. Ci rinuncio. I’m giving up.

    🙂

    Rispondi

  35. “Mike Patton è uno stronzo” (cit. colta che più colta non si può)

    Rispondi

  36. le cose fatte da sole di Frusciante mi piacciono… sono malate… e poi strizza un occhio a barrett…
    navarro è un grande con i jane’s addiction e come mentore delle suicide girls…

    Rispondi

  37. Ma ioss, io non voglio vivere in tailandia, e io non ho mica detto niente su martingor, se non che puzza come il porco gruaro. Ammetto comunque che abbia un cognome molto metal.

    Io al liceo lavoravo in un’edicola, dacché le riviste musicali me le sono lette tutte aggrattisse, e tutte facevano cagare uguale. E non solo rumore e il moccio selvaggio: metalhammer e musicagezz, per esempio, erano la stessa identica rivista.

    I toto mi fanno stramegaschifo, ma concordo pienamente col titolare sui cillipippers. Bloodsciugar sexmagic è il disco coi suoni peggiori della storia e sfrusciante è solo estremamente palloso. Si salva flea quando fa il nichilista del grande leboschi e nidols in ritornoalfuturodue.

    E maic patton non è uno stronzo, anzi è simpatico, ma quelli simpatici li mettono a fare l’usciere a mediaset come mirco dei bihaiv.

    Rispondi

  38. Gente: tutti sono in grado di strizzare l’occhio a Barrett. Dico sul serio.

    Rispondi

  39. @Basta con La Droga

    “tutti sono in grado di strizzare l’occhio a Barrett.”

    Dipende: i Voivod lo hanno fatto bene.

    “Ci rinuncio. I’m giving up.”

    E io ti concedo il primo round, mentre mi sfrego le mani in attesa del prossimo Sacramentarium.

    Dio finto paralitico che frega le pensioni d’invalidita’ al governo.

    🙂

    @Lamb-O

    “Mike Patton è uno stronzo (cit. colta che più colta non si può)”

    Peter Gabriel e’ una checca isterica che fa i pompini al cavallo di Robert Fripp, solo perche’ Robert Fripp non e’ in casa al momento.

    Altrettanto colta.

    🙂

    Rispondi

  40. Posted by Anonymous on gennaio 8, 2010 at 19:03

    @Padone

    Maic Patton e’ un grande.

    Tranne i Mr Bungle che mi fanno venire la diarrea.

    Yossarian sloggato che e’ andato a comprare una gigantografia (18x15m)di Martin Gore da spedire all’Arpioni…

    Rispondi

  41. Beh, Peter per essere isterico era isterico… e Robert Fripp in ruolo passivo in presenza di un equino ce lo vedo bene, visto che ha la scopa lì 24/7 (al di là delle valutazioni artistiche IO so arrendermi all’evidenza, IO)

    Comunque Yoss, il mio era un fior di argomento di autorità:
    http://idiotaignorante.splinder.com/post/8215462#comment

    E mica cazzi.

    Rispondi

  42. Posted by Anubi, il dio cane on gennaio 8, 2010 at 22:38

    Allora:

    1- Se penso ai U2, me vien da pensar a come che el xe el panetton: candio.

    2- Per i RHCP sancirei un 1-1 per BCLD e Yossarian: generalmente fan cagare angurie giapponesi (quelle quadrate), ma Californication è un signor album.

    3- I Toto “sono stati” indubbiamente uno dei gruppi più tecnici mai visti. Forse è perchè sono coetanei con l’asinello nella grotta del Signore (leggasi Giuseppe), fatto stà che li conoscono e apprezzano in pochi.

    4- Navarro è un fottutissimo bastardo, vecchio stronzo. Ti auguro di fare uno splendido viaggio in aereo in compagnia di qualche dirottatore suicida dio scalzo nella valle dei chiodi.
    PS: intendevo Navarro professore all’unipd, pd. (non è una ripetizione, il secondo sta per porcodio 😉

    Rispondi

  43. Hahahahahahahahahaha! Scarface, scherzavo.

    “COSA CAZZO SCRIVO A FARE SE POI CENSURI TUTTI I MIEI COMMENTI?”

    Appunto, cosa cazzo scrivi a fare?

    Ciao, Scarface. 🙂

    Rispondi

  44. Mike Patton non e’ stronzo.
    E’ completamente pazzo.

    Applauso per Yossarian che ha citato i Voivod.

    I RHCP sono morti dopo One Hot Minute, quando hanno reintegrato il tossico che una volta sapeva anche suonare.

    Rispondi

  45. Nessun chitarrista ha mai saputo suonare. Nessuno strumento.
    I chitarristi son come gli inglesi che non studiano le lingue straniere e neppure conoscono la propria.

    Yoss, che maic patton sia un grande sta nella sensibilità del singolo. Per me rimane ottimamente simpatico, ma pure übervalutato. Apparte i mister bangol, che il primo disco mi faceva sbomballare lo sburro nei miei sogni erotici da sbarbo licealo.

    Rispondi

  46. @BCLD

    “COSA CAZZO SCRIVO A FARE SE POI CENSURI TUTTI I MIEI COMMENTI?”

    Arpioni, Scarface ha avuto un momento di lucidita’…

    HAHAHAHA

    @Ares

    Grazie 🙂 Ma comunque ho sempre dei gusti orrendi.

    Io sono un batterista. Mi limito a suonare la batteria.

    Avere ottimi gusti musicali e’ un’altra cosa…

    @Arpioni

    Che tastiera/campionatore/synth usi, belva?

    Rispondi

  47. C’ho un Motif ES 8 (88 tasti) e un Motif XS 6 (61 tasti) perché mi sono trovato bene con la roba della yamaha. Però ultimamente mi sto rompendo la coglia dei suoni del motif e penso che sostituirò l’ES 8 con un Nord Stage EX 8 perché ha i migliori piani (elettrici e acustici) e i migliori organi che ho mai sentito, senti qua http://www.youtube.com/watch?v=PqcxfVZglkE (Ah, Federico Sollazzo suonava nei T-Side, un gruppo tributo ai Toto. Adesso è il tastierista di Alexia).

    Rispondi

  48. ma nessuno ha commentato le suicide girls…

    Rispondi

  49. Posted by Anonymous on gennaio 10, 2010 at 11:21

    un solo nome: TOOL, e tutto il resto è merda fritta.

    Rispondi

  50. Alexia ha esibito le tette al Marina Club di Jesolo un mesetto fa, in pleibec completo. Che gusto ci sia ad essere la base di una cantante dio schifoso proprio non lo so. Spero solo che lo paghino bene. Ci sono gruppi più tecnici dei toto, e il fatto che compongano con la calcolatrice sono tutte stronzate da sfigati repressi. Certi loro giri di accordi non me li sognavo neanche con un trip da manzotin scaduta da cinque anni, da tanto caldi sono. Dio protozoo

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: