Pornogrind & Sbroccotrocking

Allora no? È da circa mezz’ora che rido. Ma non risatine sotto i baffi e ilarità sotto controllo; proprio roba da cagarsi addosso con il culo che ti esplode in un’allegra orgia di merda sciolta.

Cos’è successo? Quella squacquera di Lillino ha augurato un secondo infarto (uno l’ha già avuto ma è sopravissuto) a uno che posta su it.sport.calcio.milan. 

Premesso che a me del calcio frega un bel mazzo ipertrofico di cazzi tenuti assieme da un fiocco rosa glitterato, che augurare infarti è una cattiveria del tutto gratuita, che solo i bastardi figli di troia fanno quelle robe là e che la gente a posto non trova per niente divertenti queste manifestazioni di figliodiputtaneria infantilesca, lì come si chiama… be’, ho riso lo stesso. Un sacco.

Poi è venuta la parte bella: l’infartuato è completamente sbroccato e ha postato questo per rispondere a Lillino.

Ho sinceramente rischiato un embolo. Sono strisciato a terra per un po’ con le bave e tutto il resto.

Quindi, quando sono riuscito a riprendermi, mi sono collegato a facebook e ho scoperto che quell’altra porcheria di PDG mi aveva impestato la bacheca di delizie pornogrind.

Tra i video correlati, ho beccato questo:

http://www.youtube.com/v/VkqD0E5oJKo&hl=it_IT&fs=1&rel=0&color1=0xcc2550&color2=0xe87a9f&border=1

Riposo in pace. 
Ciao.

PS: Pare che Paul Weller, che ho sempre ritenuto essere nient’altro che un pomposo sacco d’immondizia che si spara le pose, abbia recuperato qualche punto.

PPS: Potrebbero trascorrere alcuni giorni prima che questo blog venga di nuovo aggiornato. Ciò in quanto sto “lavorando” (eufemismo) a un nuovo capitolo de “L’Offerta Letteraria”, è una roba lunga che probabilmente non leggerà nessuno. Ma tanto a me? Bon, ciao.

Annunci

14 responses to this post.

  1. Io ero alle lacrime.

    “un precario del cazzo” mi ha steso.

    Dell’infartuato ho notato anche una cadenza curiosa che me lo farebbe identificare quasi come un mio conterraneo.

    Non nel senso di lombardo, quello e’ abbastanza evidente, bensi’ del Pavese.

    La s sdrucciola quasi emiliana mi fa pensare.

    Pavia e’ una citta’ che ha dato molto alla musica e alla cultura italiana.

    Drupi, Ron, Max Pezzali, e Maria De Filippi.

    E come dimenticare le pellicce Annabella, che per il semplice fatto di aver fatto scoppiare il fegato agli ambientalisti pavesi per decenni, godono della mia piu’ totale e incondizionata stima.

    Il Fekal Party e’ genio a 24 carati.

    Inoltre caro Arpioni, ho scoperto che il papa’ di Steve Vai e’ originario del mio paesello lomellino.

    Cosi’ come Ron.

    E temo di non inventarmi un cazzo.

    Sono molto confuso e mi sto per cagare addosso.

    Buona domenica

    Rispondi

  2. È di Rimini. Io collasso ogni volta che arrivo a “Quanto soffri nel tuoah essere anomalo!” con Frank Zappa in background.

    Rispondi

  3. Eh… è proprio vero, gli alti valori di sportività e di lealtà insiti indissolubilmente nel calcio professionistico, densi di umanità e di innegabile solidarietà nei confronti del proprio prossimo, fanno nascere sempre sentimenti oltremodo positivi durante i simpatici confronti franchi ed aperti a tutti i punti di vista…

    Ahahahahahahahahaha

    Sono quasi finito sotto la scrivania a sentire il file scaricato… oltre a vedere la mise del filiforme cantante del video youtubante!

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  4. Posted by Anubi, il dio cane on aprile 26, 2010 at 09:18

    Grazie a dio la telecamera sfuoca quando si gira il suino (intendo il cantante, non il già citato dio).

    Rispondi

  5. Aggiornamento dell’ultim’ora: Lillino è stato segnalato all’abuse e gli hanno segato l’account x-privat.org. Ridere? Dio can…

    Rispondi

  6. Ho scoperto solo oggi questo blog!Piacere Kelly!

    Rispondi

  7. È sempre un piacere.

    Rispondi

  8. Posted by Anonymous on aprile 27, 2010 at 15:34

    soffro nel mio essere anomalo…. perchè non ho modo di risalire all’antefatto della cosa!

    Diomadonnaincoronatadalcazzo: dammi un link!

    Rispondi

  9. Posted by Anubi, il dio cane on aprile 28, 2010 at 08:34

    pi-pi-pi-pipi-pi-pi-pipipi
    pi-pi-pi-po-piiii

    auahau Dio can lo sto guardando di continuo, forse sperando ogni volta che si giri la presunta figa coi capelli rossi.

    Rispondi

  10. Cazzo, Anubi, hai ragione! Anche io mi aspetto che la rossa si giri… mentre sulla bionda con la coda ho meno attese…

    Rinnovo le cordialità

    Attila

    Rispondi

  11. Usenet è un coacervo di mentecatti che bramano di essere presi a calci in culo/ovaie durante la giornata lavorativa. Ho solo fatto il mio dovere, sacrificando sull’altare della Pulizia Usenettara il glorioso e storico account x-privat.

    ps: e ora che sono stato citato su questo blog posso crepare felice.

    Rispondi

  12. Caro BCLD,

    ti porgo questo invito. Io sto pensando di andare al festival di cui sotto. Fammi sapere che ne pensi.

    bixx/dwight

    http://www.swedenrock.com/index.cfm

    Rispondi

  13. Alla fine, nonostante i vulcani spaccaballe, ce l’hai fatta a lasciarti alle spalle il paese del kamasutra.

    Ma ti rendi conto che c’è un sacco di gente che vorrebbe andare in India in vacanza perché legge tutte queste robe naif di sbroccati che si fanno i viaggi spirituali tipo Richard Gere (che, a dirla tutta, ha la mania del Tibet ma tanto è sempre la stessa roba, lì, quello checcazz’è).

    Comunque, venendo allo Sweden Rock Festival, c’è uno che ci va tutti gli anni perché ha la morosa svedese e scrive anche in una rivista metal.

    Lui ne è assolutamente entusiasta e non è l’unico che ne parla bene.

    In più vedo che ci sono i D-A-D (Disneyland After Dark) & Slash quindi, se io fossi da quelle parti, sarei in prima fila a pogare come un supergallo del Muretto di Jesolo. Sei lì, vacci, no? Spacca tutto. Fai stage dive come il tizio vestito da alce a 3:15.

    Rispondi

  14. Paul Weller si spara un sacco di pose, ma il suo ultimo album merita rispetto.
    Poi mandare affanculo Bono gli fa guadagnare milioni di punti.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: