Ok, basta.

 
«Mi esposa estava al fiume e lavava… arriba un gringo e la voleva… io gli ho dato solo qualche coltellata…»

C’era una volta una barchetta piena di gente pacifica che voleva solo fare del bene al prossimo. Tutte le deliziose personcine che vi erano salite a bordo trascorrevano il loro tempo a cantare, a ballare, a bere qualche birretta in scioltezza e a praticare l’amore libero perché, alla fine della giornata, queste attività sono tutto ciò che davvero conta nella vita.

Un giorno, il capitano della barca guardò la sua ciurma e disse: “Hey, che ne dite se portiamo un po’ di banane, torte di mele e idromele ad alcune persone che sono meno fortunate di noi e non hanno la possibilità di cantare, ballare e scopare tutto il giorno perché una nazione di oppressori che gli abita vicino e si diverte a costruire muri glielo impedisce?”

– “Ma è proprio una cazzo di fottutissima idea fantastica, capitano!”, rispose tutta la ciurma all’unisono.

Così la prua della barchetta dell’amore fraterno e della pace universale si diresse verso la costa Israeliana per consegnare il suo carico di amore, fratellanza e beni di largo consumo alla popolazione stremata dall’embargo che quei cattivoni degli Ebrei avevano loro imposto.

Senonché, proprio quando i pellegrini dell’amore onnidirezionale stavano per arrivare a destinazione, un elicottero di abominevoli figli di troia che sfoggiavano, oltre alla Stella di David sulle loro guerresche divise, coltellacci seghettati tra i denti (uguali precisi identici a quelli di Nosferatu) per far capire che non c’era proprio un cazzo da scherzare, si avvicinò alla barchetta dell’amore fraterno e della pace universale con la scusa di un controllo sugli aiuti umanitari stipati all’interno della stiva.

Il capitano, guardando in alto, disse: “Venite, figliuoli! Anche se voi non dimostrate tutto l’amore che noi nutriamo per voi, siete comunque i benvenuti e non abbiate timore! Spezzeremo il pane con voi e, se lo vorrete, potrete partecipare alla grande danza dell’affetto tra i popoli che stavamo per allestire sul ponte. Venite, fratelli. Che la pace sia con voi! Shalom!”

L’elicottero si avvicinò ulteriormente e, dallo stesso, scesero trecentosettantanove energumeni armati fino ai denti che, guardando il capitano, abbaiarono: “Dove sono le vostre femmine, quelle puttane luje? Ah, naturalmente se sono già maggiorenni, ci incazziamo più di quello che siamo già perché a noi piace la fica bollente pre-teen! Vogliamo tacconarle nel culo, le giovenche, e poi fare un bel anal creampie mentre voi guardate e non avete nemmeno la forza di farvi una sega perché siete solo un branco di froci di merda! Spero che non vi rompa tanto i coglioni se filmiamo tutto e poi carichiamo il video su tnaflix, vero? Be’, anche se vi rompe i coglioni, non ce ne frega una merda comunque, HARHARHARHAR!”

Il capitano, mortificato, cercò di spiegare agli energumeni assetati di sangue e fica pre-teen che a bordo c’erano solo persone pacifiche e caritatevoli; e che non era il caso di fare tutto quel cazzo di casino per un pompino con ingoio… tuttavia, era evidente che l’ostilità e l’odio erano gli unici sentimenti che muovevano quel gruppo di violenti pirati bastardi che, non attendendo un altro centesimo di secondo, sguainarono uzi, carabine, manganelli, brittole e fionde e cominciarono a distribuire un bel po’ di violenza gratuita in un allegro festival di sangue. Inoltre, da una chiatta nelle immediate vicinanze, un merkawa prese a bersagliare la pacifica ciurma con proiettili dirompenti infettati di virus ebola.

Quando la carneficina fu terminata e il fumo si fu sollevato, dieci inoffensivi attivisti della pace universale giacevano inermi in una pozza di sangue, budella e cervella sul ponte della barca dell’amore sempiterno.

Tutte le nazioni della Terra rimasero allibite e disgustate per questo ignobile atto di pirateria in acque internazionali, i rappresentanti delle Nazioni Unite e dell’Unione Europea puntarono il dito verso la nazione barbara e proclamarono: “Ma siete proprio delle merde, allora! Ha ragione l’Iran! Merde! Merde! Ma si può? Dai…”

Qualche ora dopo, a dare manforte alla causa dell’amore pacifico tra i popoli, soprattutto quelli oppressi dalle nazioni bastarde imperialiste guidate dagli Illuminati che vogliono instaurare il Nuovo Ordine Mondiale, emerse un video che mostrava chiaramente l’affettuosa e calorosissima accoglienza con la quale gli amorevoli attivisti dell’amore totale universale globale avevano dato il benvenuto ai soldati bastardi assetati di sangue, semplicemente porgendo l’altra guancia. Tipo così, ok?

E la morale di questa storia è che, se ti prendono a bastonate, clavate, scarpate e sputazzi, tu devi comunque lasciare perdere e far finta di niente perché è tutto in nome della pace, dell’amore e della fratellanza universale. E anche un bel dio merda.

Annunci

33 responses to this post.

  1. sospettavo proprio che avresti fatto un post di tal genere (Sì, ti lurko da un tot).

    Diciamo solo che quando un tizio si cala con un mitra su una nave non sua in acque non sue ma internazionali, proprio come fanno i pirati, si può e deve aspettare bastonate, non pompini.

    Rispondi

  2. Ma certo e aggiungiamo pure che, se un tizio si cala da un elicottero con un mitra e tu cominci a dargli un sacco di legnate, con ogni probabilità hai lo stesso quoziente intellettivo di una merda di cane lasciata a seccare sull’asfalto alle 2 del pomeriggio del 12 Luglio. Il resto è puro sbroccotrocking.

    Ciò detto, io rimango dalla parte di Israele e non condanno l’accaduto dato che, magari a torto, penso che – a casa mia e in acque internazionali – chi alza le mani per primo passa dalla parte del torto e ne subisce le conseguenze.

    Rispondi

  3. pure io lurko da un po’ e stavolta mi hai fatto davvero ridere.
    ciao

    Rispondi

  4. Posted by Anubi, il dio cane on giugno 3, 2010 at 10:24

    Ma diocan.
    Premesso questo: secondo voi pacifisti del boiadio un militare come deve presentarsi, vestito in maschera?

    Se un carabiniere-poliziotto-chicazzovoletevoi vi ferma per strada per un semplice controllo, cominciate a prenderlo col crick in testa perchè “diocan mi ha fermato in una strada pubblica e ha il mitra-pistola-checazzodiarmahanno” ?

    I win.

    Rispondi

  5. Omar Faruk, uno dei pacifisti, ha dichiarato: «Siamo diventati famosi. Siamo molto grati alle autorita’ israeliane.»

    Perfetto. Dieci in meno, dico io.

    Rispondi

  6. Avevano gettato anche una pacificicissima bottiglia molotov per festeggiare l’arrivo dei cattivoni dall’elicottero…

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  7. Era una bottiglia di Brunello di Montalcino lanciata in aria in segno di festa e fratellanza universale, ma il gesto è stato, in malafede, maleinterpretato dai nazisraeliti.

    Noto con disappunto che la disinformazione sionista si diffonde a macchia d’olio.

    Rispondi

  8. Posted by Anonymous on giugno 3, 2010 at 19:28

    Che merda, è da un pezzo che sono filoisraeliano pure io… oltretutto sulla barca c’era uno sceicco finanziatore di hamas ed i “pacifisti” morti sono osannati come “martiri” in patria, allo stesso modo kamikaze. Solo che farsi saltare per aria raccoglie il giubilo solo della sinistra più dura, pura e stalinista, invece farsi sparare mentre si buttano i soldati da una barca raccoglie consensi unanimi.
    Ma che cazzo, se andassi a trastevere a prendere a sprangate la gente farei una fine ben peggiore, vi giuro…

    Miguel Bosé

    Rispondi

  9. Posted by castellini on giugno 3, 2010 at 21:21

    pessimo e stupido l’atteggiamento di quelli sulla nave.

    totalmente spropositata la reazione degli israeliani, come spesso accade. dieci morti. e bella zappata sui piedi si son dati. come minimo incompetenti, stile quelli che hanno mandato placanica in piazza alimonda.

    infine, questo post e alcuni suoi commentatori vincono il premio “imbecille d’oro” che avevo deciso di consegnare al primo che commentava la vicenda col classico, schifoso “se la sono andata a cercare”.

    su london alcatraz, post molto più informativi e decisamente nessun cretino.

    peccato, “basta con la droga”, perché con le bestemmie sei un vero creativo e finora mi ero divertito un sacco a leggerti.

    adios,
    castellini i.l.s.

    Rispondi

  10. @ Miguel Bosè – Nulla da eccepire.

    @ Castellini – Frega cazzi.

    Rispondi

  11. Castellini rimane sempre il mio eroe, commenti a cazzo come li fa lui sono davvero difficili da trovare in giro per il web!

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  12. Eh dai basta! Che poi cosa sara’ mai ‘sto fatto mediorientale quando la vera notizia che cambiera’ le sorti del pianeta e’ un’altra?

    http://www.repubblica.it/esteri/2010/06/04/news/bono-obama-4562404/?ref=HREC1-5

    come diceva mio nonno Toni (RIP), dio fiol dea madona.

    bixx

    Rispondi

  13. Credo che dovremmo ringraziare Dio per averci dato Castellini a cui ridere dietro.

    A proposito di Castellini: l’I&I mi ha fornito i link a un paio di blog assolutamente spettacolari. Dato che mercoledì prossimo è per me l’ultimo giorno di scuola, si pensava di andare a fare un po’ di cacao come al solito. Se vuoi partecipare al Carnevale di Rio anche tu, fammi sapere così ti mando tutti i dettagli in privato.

    Rispondi

  14. Bixx! Mando subito una mail a Bono e quell’altro affare del Live Aid, lì, come si chiama.

    PS = Stasera vado a vedere/sentire Ares che suona. Cioè: quella è la scusa; in realtà ho più che altro sete e mi è stato riferito che hanno una grappa che è tutto un programma, ergo…

    Rispondi

  15. Eh, gran figli di troia.

    Oggi e sempre: http://img199.imageshack.us/img199/6371/img2302v.jpg


    Nadja Jacur

    Rispondi

  16. Ti riempie d’orgoglio guerresco, vero? 🙂

    Rispondi

  17. Oh, si.

    Ma devo dire che da quando lavoro nel veneto la mia genetica sete di sangue, il mio istinto barbarico e stragista, e’ terribilmente incrementato.

    Ovunque mi giri, sento il bisogno di dare una sfoltita.

    Per il bene della specie.


    Nadja Jacur

    Rispondi

  18. Ah, come ti capisco. Questa smania di voler, a tutti i costi, superare l’uomo del Giappone. E il bello è che, quando ci riescono, sembra che l’Italia abbia vinto i mondiali. E a te viene quell’improvvisa voglia di tirare fuori quella tanica di napalm che tieni nell’armadio perché non si può mai sapere.

    Rispondi

  19. Ottimo BCLD,

    porta i miei saluti ad Ares. Bevete anche per me che vado a un diostracan di barbecue E SONO LA DESIGNATED DRIVER.

    bixx

    Rispondi

  20. @Nadja. Scusa ma mi sono resa conto all’improvviso che sei una figa da paura. I miei piu’ invidiosi complimenti.

    bixx

    Rispondi

  21. Bixx, e tu non l’hai mai vista dal vivo. Io sì.

    Rispondi

  22. @BCLD

    Leo canta anche tu con noi, unisciti ai fratelli pacifisti e raddrizzatori di banane umanitarie!

    Evviva la pace nel mondo!

    Canta anche tu con :

    “Captain Stabbing & Friends”!

    Cantiamo tutti!

    (Thanks to Baron Litron)

    Rispondi

  23. Yoss, il video è MERAVIGLIOSO! Splendido! Grandissimo! Grazie!

    Rispondi

  24. Posted by Anubi, il dio cane on giugno 5, 2010 at 08:38

    ahuaauh spettacolo il video dio canaja.

    Rispondi

  25. La situazione mediorientale si puo’ risolvere solo col massiccio impiego di armi atomiche sull’intera regione.
    E una da far esplodere nelle vicinanze di Bono Vox, ovunque egli sia.
    Ieri sera non t’ho piu’ visto, ma credo tu ti sia divertito…o no?

    Rispondi

  26. Non mi hai più visto perché ero all’interno del localino a riempire il vuoto che mi era rimasto dentro. Ma c’ero e mi sono divertito come un porco nella mota. The Tury si è innamorato (in senso platonico s’intende) di voi a prima vista e ha deliziato i presenti con coreografie ricercatissime.

    Rispondi

  27. @Castellini

    su london alcatraz, post molto più informativi e decisamente nessun cretino.

    Questa e’ la prova incontrovertibile che nella vita ho sbagliato tutto.

    Rispondi

  28. Posted by Anubi, il dio cane on giugno 6, 2010 at 18:48

    BCLD mi chiedo come certa gente possa scrivere qui dal momento che per accedervi c’è da premere un tasto con scritto “dichiaro di COMPRENDERE e di voler continuare”.
    Nonostante questo, ammiro la tua magnanimità nel lasciare i commenti di questi bugiardi.
    Biricchini, dio australopiteco

    Rispondi

  29. Sono contrario a ogni forma di censura. Gli unici modi efficaci per farsi fraggare i commenti sono:

    1. Scrivere nomi & cognomi.
    2. Insultare gente che nulla ha a che fare con questo blog.
    3. Essere Scarface.

    Rispondi

  30. Dio pacifista!
    e come arrivare in un locale a festa finita..
    Comunque…post da paura.
    La citazione iniziale di “Lo chimavano Trinità” mi ha commosso.
    Io però vorrei portare una severa critica all’esercito israeliano, perchè i piciufinti italici sono tornati tutti indietro compresa quel cesso della portavoce, che devo molto tristemente rilevare essere anche mia conterranea.
    Lei tenersela no, eh! dio legge di murphy.
    Dai che però l’iran ha detto che manda delle navi anche lei, così per partecipare al party.

    Rispondi

  31. Primo: mi scuso di non essere riuscito ad andare all’assalto di qualche blog venerdì, ma ero nella merda fino al collo.

    Secondo: Ho visto il video “We con the World” solo adesso e mi sto pisciando dalle risate

    Terzo: Chiedo una risoluzione dell’ONU che apra una finestra di commento limitata temporalmente per scarfy su questo blog e che lui non sia così pirla, come le ultime volte, di lasciarsela scappare (faccio parte del comitato “Give Scarfy a chance”).

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  32. È da un pezzo che l’ip di Scarfy non fa capolino nelle statistiche. Temo che se la sia messa via una volta per tutte :-).

    Rispondi

  33. Il komblotto sionista continua:
    in questo linko si vedono chiaramente dei soldati israeliti che fingono di essere stati accoltellati, in realtà erano a terra ebbri per la bella festa tenutasi a bordo:
    http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p/mondo/2010/06/08/AMy4cTlD-israele_manipolate_reuters.shtml

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...