Eccone un altro…

Di quelli svegli e politicamente impegnati che non hanno un beneamato cazzo da fare dalla mattina alla sera e possono permettersi di spararsi le pose da testicolone socio-sensibile.

In pratica è successo che il governatore dell’Arizona ha stabilito che chiunque risiede nello Stato, deve avere i documenti a posto e dimostrare di non essere un irregolare, pena l’esplulsione immediata. Che è più o meno la regolamentazione in vigore negli Stati Uniti per quanto concerne l’immigrazione. Con la differenza che, in questo caso, saranno le autorità locali a controllare meticolosamente tutto.

Ed ecco che salta fuori il criceto di turno che comincia a rompere i coglioni urbis et orbis dicendo che si tratta di un provvedimento “razzista”, che il governatore è un nazi e che, per contrastare la nuova policy, lui e i riformati Rage Against The Machine faranno uno “sciopero sonoro”.

Quando la popolazione dello stato del Sud-Ovest è venuta a conoscenza dell’iniziativa, si sono scatenati tafferugli presso la sede della Arizona State University di Tempe ed è venuto fuori un casino infernale. Tipo:

– Hey Bob, hai sentito l’ultima?
– Hanno ri-legalizzato i combattimenti tra galli in Arizona?
– Nah, Zack De La Rocha non vuole più suonare da queste parti perché dice che il nostro governatore è razzista.
– Huh-uh, contro chi giocano i Sun Devils questa settimana?
– Spurs.
– Ok. Ci facciamo un’altra birra?
– Sicuro!

Quando Zack ha saputo che l’Arizona se ne fregava, ha cominciato a pestare i piedini a terra e ha lanciato un appello a tutti gli artisti affinché boicottino lo stato e non vadano più a suonare da quelle parti, privando i giovani della loro inestimabile arte. Naturalmente la maggior parte degli artisti si è grattata una chiappa (quella destra) spernacchiando il nano di Los Angeles, tranne… Rise Against, Serj Tankian, Joe Satriani, Cypress Hill, Kanye West, Sonic Youth, Maroon 5, Gogol Bordello, My Morning Jacket, Ben Harper e Pitbull.

– Hey Bob, indovina un po’?
– La BP ha deciso che, per indenizzare gli USA, ci ragala un pieno a testa?
– Nah… Rise Against, Ser… Serj Tan… qualcosa, Joe Satriani, Kanye West e altri cinque bastardi che non ho mai sentito nominare non vogliono più esibirsi in Arizona perché il governatore è razzista.
– Kanye cosa?
– Non è il cioccolatino che ha fatto tutto quel casino agli Oscar perché si ammazza il cazzo di seghe guardando i video di Beyonce?
– Non erano gli Oscar.
– Ok, stessa merda.
– Ci facciamo un’altra birra?
– Andata, fratello.

Per quanto mi riguarda, Bono Vox e quell’altro irlandese del Live Aid che non mi ricordo mai come cazzo si chiama hanno dato il la a una serie di imbecilli che si credono più importanti di quanto effettivamente si trovino a essere. Se il governatore dell’Arizona cambierà idea circa la nuova policy sull’immigrazione perché Zack De La Rocha e altri quattro sfigati non vogliono più suonare da quelle parti, be’… allora io non tiro più l’acqua nei cessi dei pub quando vado a pisciare finché… boh…Raven Riley non mi dà il culo perché io ci faccia un bel cream-pie atomico. Lo sciopero dello sciacquone.

PS = Di Taricone sfracellato m’importa sega, no offense.

Annunci

21 responses to this post.

  1. Ma pure Pitbull?

    Comunque ti volevo parlare di quel servizio sul couchsurfing di cui parlasti (e cancellasti). ho guardato tutta la stagione di report ma un l’hanno mica dato. e io che me lo serbavo per raccontarne i retroscena alla mia compagna.

    Rispondi

  2. A me fanno ridere questi fenomeni che, per il fatto di strimpellare quattro accordi del cazzo ad minchiam, si sentono gli stracazzo di paladini dell’universo che nemmeno Silver Surfer in versione originale…

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  3. @ Spider – Sì che l’hanno dato e lo trovi anche su youtube – http://www.youtube.com/watch?v=bl78nH6cpSs – oltre che sul sito di report stesso.

    @ Attila – Non li reggo più, davvero. Fanno venir voglia di bombardare donne e bambini inermi.

    Rispondi

  4. In effetti io non vad a rompere i coglioni al prossimo blaterando cagate di cui so poco o nulla, chessò non urlo in giro “Sciopero contro Marchionne!!! Non la do più via finchè non avrò la certezza dei posti di lavoro a Pomigliano!!” Anche perchè se venissero a chiedermi con che titolo faccio ciò non saprei rispondere. Le testine invece cosa rispondono? Perchè ho scritto una bella canzone e ci campo sopra da vent’anni?

    Rispondi

  5. @ Anna – Questi vermi vogliono far credere agli sbarbi che loro ci tengono sul serio. E quelli gli credono.

    Rispondi

  6. Posted by Chaotic Alea on giugno 30, 2010 at 15:26

    Beh a parte che Zack de la Rocha ha poco da dire del fatto che lui non va a cantare li’ se non altro perche’ se c’era uno di talento nei vecchi RATM non era lui di certo (Tom Morello anyone?) che cantava con lo scaracchio perforante incorporato…

    Rispondi

  7. @ Chaotic Alea – Zack De La Rocha è il Francesco Bianconi di Los Angeles.

    Rispondi

  8. Rise Against, Serj Tankian, Joe Satriani, Cypress Hill, Kanye West, Sonic Youth, Maroon 5, Gogol Bordello, My Morning Jacket, Ben Harper e Pitbull.

    Un bel rooster di liquame, non c’e’ che dire.

    Senti questa sui “boicottatori”:

    dopo il versamento di sterco della BP, negli USA e’ ovviamente scattata l’operazione boicottaggio, nel caso specifico delle stazioni di servizio BP.

    I soliti fessi hanno cominciato a farsi pippe etiche megatroniche ogni volta che arrivavano davanti a un benzinaio.

    Giuro: il NYT parlava di un tizio che e’ rimasto a piedi nel deserto del Nuovo Messico con 345 gradi all’ombra, perche’ l’unica stazione di servizio prima di quella successiva ( 20 chilonetri) era della BP.

    Ora, a un certo punto si e’ venuto a scoprire che l’effetto del boicottaggio sulla BP era pari a una gigantesca cacca di yak immersa nell’azoto liquido.

    Ovvero non sai che cazzo farci, perche’ BP, ben prima del disastro, stava vendendo tutte le stazioni di servizio, e che queste comunque costituiscono una percentuale infima degli introiti BP che fa molti piu’ quattrini raffinando ed estraendo petrolio.

    “Cazzo….boicottiamo…boicottiamo”
    Come si dice giustamente dalle mie parti

    Ma andiv da via al cu manica di pirla, nde a lavura’ balabiut!

    Senti ma non e’ che sulla scia dei RATM, magari lo sciopero sonoro lo fanno anche i Modena City Ramblers, i Baustelle e gli Afterhours?

    Volesse iddio (porco).

    Sara’ il caso che qualcuno gli vada a dire quel che succede in Arizona.

    L’irlandese del Live Aid che non ti ricordi e’ Bob Stercof, quello con le due figlie furbe e belle come lo spazzolone del cesso.

    Rispondi

  9. @ Yoss – Rimanere a piedi nel deserto perché si è belli dentro è un nobile gesto che andrebbe premiato da coyote e avvoltoi.

    Rispondi

  10. Posted by Spappolator on luglio 1, 2010 at 13:04

    BCLD, che tu sappia esiste un bel pornaccio anal di Raven Riley?

    Risp, è imp

    Rispondi

  11. Provo a mandare una mail al webmaster del suo sito ufficiale per chiedere, ok?

    Rispondi

  12. Posted by Anonymous on luglio 1, 2010 at 14:28

  13. me li vedrei bene come selvaggina per Ted Nugent..
    comunque una volta quelli seri si davano fuoco
    – parole
    + benzina
    bye.

    Rispondi

  14. Antipatia a parte però Zack fa parte di un gruppo superfigo come i RATM, Bianconi è un toscomongoloide che fa parte di un gruppo di cercopitechi che sognano di fare/tornare a essere studenti 22enni a Bologna… dio rosmarino cresciuto in mezzo alle ossa di struzzo!

    Rispondi

  15. Poveraccio, non ha un cazzo da fare tutto il giorno…

    Rispondi

  16. @ Left – The Nuge, quello è un ottimo esempio per i giovani, cazzarola. Non mangia niente che non abbia ammazzato lui con le sue stesse mani (o con un uzi).

    @ Niccolò – Non so che farci, non li ho mai potuti cagare. Giuro che ho provato a farmeli piacere ma non c’è stato niente da fare, sono al di là delle mie possibilità.

    @ Ares – Ce ne sono troppi come lui, ahinoi. Se fossi io al suo posto, mi impegnerei di più nella pratica dell’allargamento vulvale.

    Rispondi

  17. Posted by Anonymous on luglio 2, 2010 at 11:09

    Il “Cuminismo” (grazie Yossarian!) e’ un virus epidemico altamente contagioso.

    Quando s’infila nelle palle non ne esce piu’ e ce lo dobbiamo sbattere tutti i giorni con cristiana rassegnazione.

    Rispondi

  18. @Basta con la Droga

    Ted dovrebbe essere il role model per i gggiovani d’oggggi.

    Assolutamente d’accordo.

    I ggggiovani equi e sostenibili di oggi dovrebbero essere costretti a prendere a sberle i grizzly per procurarsi il cibo.

    Poi vediamo se gli passano le pippe eco-friendly.

    Senti, a parte il rooster di liquame da te citato, sui RATM la penso come Nic.

    Testi a parte, a me garbano.

    Ora ammazzami e ammazzatemi, ma anche l’avventura successiva di Morello con Cornell, gli Audioslave, non era cosi’ malvagia.

    Tieni conto che e’ un’opinione parziale perche’ a me i Soundgarden piacevano molto.

    Specie Matt Cameron.

    Rispondi

  19. A me piacevano gli Audioslave del primo disco, già col secondo sono andati un po’ in merda. RATM? Mamma mia… missione fallita.

    Massimo rispetto per i Soundgarden. Black Hole Sun è LA CANZA.

    Rispondi

  20. Posted by Anonymous on luglio 4, 2010 at 00:08

    Io le figlie di Bob Stercof le introdurrei alla D’Addario perche’ se le portasse a Palazzo Grazioli per un’orgia sodomitica con il Berluska. E farei un pornazzo in cui l’Augusto Nano allarga i gia’ dilatatissimi sfinteri delle due stercosissime porcellone mentre la D’Addario, seduta su una poltrona, si spara un ditalino con skizzo orgasmico. Poi entra la Cicciolina che prima le slinguazza il clito e poi va a succhiare lo sticchio del Nano appena uscito dai due maleodoranti orifizi. E finisce che il Nano fa un bukkake alla foto dello Stercof che tiene sul comodino…..

    Rispondi

  21. ma i gogol bordello non sono ucraini? che cazzo glie ne frega dell’arizona?? forse perchè non ce li chiameranno mai a suonare, mi sa.
    quando leggo queste cose, per due nanosecondi talvolta mi fermo a pensare e ci chiedo a me medesima, ma perchè lo sciopero non ce lo fanno anche tutti i gruppi italiani, a oltranza possibilmente? in america ci hanno sempre tutte le fortune, e che cazzo.
    comunque seriamente, i scioperanti (compresi due o tre che non ce li conosco affatto) sicuramente ci faranno strappare i capelli dalla disperazione a tutti i arizonesi, per non suonarci nel loro stato, ahahahahah. ahahahahahahahahahahahahahah.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: