Airon Meidn

Domani sera si tiene il concerto degli Iron Maiden presso la Villa Manin di Passariano (UD), sì e no trenta chilometri da casa mia.

Conosco un paio di personcine che trascorreranno la notte in tenda sul posto; uno dei due è un supporter della scena in modo totale (compra CD a tutto spiano, legge le riviste specializzate, ha i capelli lunghi e tutto quanto) ma, a suo dire, degli Iron Maiden non gliene frega più una merda dal 1988; l’altro è un suo (nostro) amico specializzato in grigliate all’aperto, costa, polenta, patate arrosto & birra e, di metal, non capisce una sega, proprio non gliene frega una merda.

Se ho capito bene, entrambi hanno acquistato il biglietto (69 €uro) per il concerto semplicemente come scusa per fare camping e spaccarsi la faccia di alchol.

Io li rispetto.

Sul serio.

Fare campeggio al solo fine di assassinarsi il fegato con ogni genere di sostanza alcholica e vomitarsi addosso tutto il tempo è più metal di Reign In Blood e Battle Hymns.

Per quanto mi riguarda, ero davvero molto tentanto di fare camping a mia volta ma, alla fine, lo spirito borghese che mi pervade ha avuto la meglio sulle buone intenzioni così ho deciso che stanotte dormirò a casa e mi recherò alla Villa Manin domani in mattinata.

Naturalmente mi porterò dietro la mia Nikon e documenterò tutto quanto (ho due memory card per un totale di quattro giga, dovrebbero essere più che sufficienti, no?): montaggio del palco, sound-check ma, soprattutto, le condizioni fisiche e mentali dei due campeggiatori.

D’accordo, la sera c’è il concerto e, per me che ho acquistato “The Number Of The Beast” in vinile quando ero in seconda media (parlo del 1983 o del 1984, non ricordo di preciso, so solo che ero in seconda media), si tratta del primo concerto degli Iron Maiden a cui assisto ma, a dirla tutta, vado là solo per fare il cacao meravigliao assieme ai beoni che conosco.

Inoltre, a leggere quanto scrivono nei vari forum, la scaletta dovrebbe essere una merda totale & assoluta, incentrata prevalentemente sul materiale pubblicato dalla band dal 2000 in poi. Ah, ho già ascoltato l’ultimo disco (The Final Frontier) in anticipo perché l’ho scaricato illegalmente e, in tutta sincerità, mi ha fatto cagare merda dal cazzo. Ragione in più per buttarla in alchol.

Alcuni numeri di cui non frega una squacquera a nessuno: il concerto è l’unica data italiana del tour, sold-out, undicimila biglietti venduti e circa il 65% degli stessi è stato acquistato all’estero (Austria, Slovenia, Germania & UK).

Siccome so che Ares non si perderà questo post, aggiungo che ierisera sono andato ad ascoltare la Silvana che cantava con un gruppo di liscio a una sagra qua vicino; come c’era da aspettarsi, l’ho buttata in birra e sgroppini e stamattina ho un po’ di mal di testa, tutto nella norma. Comunque no? Bisogna fare qualcosa: una non può passare dai Rolling Stones ai classici di Casadei in quel modo e così in scioltezza. A fine concerto, è scesa dal palco e ha detto di essersi divertita. Allora io ho fatto: “Come divertita?”, e lei: “Sì, vado d’accordo con i ragazzi, a me va bene così.”. Al che ho pensato: “Ma Dio can? Divertita? Ma Dio proprio rottweiler…”; mi sa tanto che le riempirò la bacheca di pornogrind. Anzi, lo faccio subito. Ciao Ares, ci si becca domani a Passariano. E, a proposito…

Io c’ero.

Annunci

6 responses to this post.

  1. HAHAHHAHAHAHHAHAHHAHAHAHAAA!!!
    Attendo con ansia il concerto, ormai sono certo di quello che penso su questi Iron Maiden e su quella cosa inutile del loro ultimo album. Comunque ci vediamo domani sera, sono con un amico che e’ un tuo fan, seguiremo la puzza di alcool e vomito.

    Per quanto riguarda Silvana, temo stia scivolando in un baratro oscuro fatto di tarantelle e minchiate nazional-popolari della peggior specie (Silvana, so che leggerai queste righe, siamo preoccupati per te…).

    Ah, sei stato chiamato in causa nel mio ultimo post…

    Rispondi

  2. Missione: riempire la bacheca di Silvana di delizie pornogrind.

    Rispondi

  3. Non sono un esperto del settore pornogrind…

    Rispondi

  4. Oh be’, è sufficiente scrivere “Spasm Obscene Extreme” nell’apposito menu di ricerca di youtube per diventare esperti di pornogrind in un nanosecondo.

    Rispondi

  5. Comunque sto ancora ridendo al pensiero di Alice Cooper che viene ghigliottinato e poi risorge e gioca con la sua testa.
    Un eroe autentico.

    Rispondi

  6. Ma un paio di foto del concerto di stasera le posti, vero?

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: