I peggiori di tutti

Qualche giorno fa un deputato de… no, non dico nemmeno di che formazione politica si tratta perché quella manica di inquisitori mi dà il voltastomaco. Letteralmente.

Insomma pare che questo giglio di campo con la spada fiammeggiante dell’Arcangelo Gabriele abbia proposto all’assemblea di abolire il vitalizio di cui i parlamentari italiani godono dopo cinque anni che si piallano il culo su una poltrona al Senato o alla Camera dei Deputati.

E come è andata a finire?

AHAHAHAHAHAHAHAHA! Da scassarsi in due dal ridere.

In pratica solo ventidue parlamentari hanno votato a favore della proposta, tutti gli altri si sono dati un paio di manate sulle spalle e hanno mandato a fare in culo lo stronzo.

Ora su facebook sta girando questa budellata dell’oplita del bene che propone di togliersi la babypensione assieme a tutti gli altri suoi onorevoli colleghi ma quelli, figli di troia mantenuti che non sono altro, lo spernacchiano, ischerzandolo e ibbeffandolo magno cum gaudio.

La parte davvero divertente è che – ripeto: su FACEBOOK! – il popolo di internet si è svegliato e non ha alcuna intenzione di lasciare che il misfatto rimanga impunito così sta girando questa catena di Sant’Antonio con su scritto “se hai coraggio, taggati!”

Se hai coraggio?

SE HAI CORAGGIO?

Ma nedioca di un codiopor di una gnamadonnaca… coraggio di cosa?

Tutti ce l’hanno a morte con i politici. Tutti.

Mandare in culo ‘sta manica di rompicoglioni studentessi impegnati che vorrebbero vivere in un “paese normale” senza che all’estero ci spalino merda addosso È la cosa giusta da fare. Ché io, su facebook, ci vado solo per aggiungere fighe Serbe e per giocare a Pirates Ahoy.

Perfetto. Ciò premesso, formuliamo un’ipotesi.

Mettiamoci nei panni di un parlamentare di una formazione politica dell’Opposizione al cui vertice sta un ex-magistrato che fa a cartoni con la lingua italiana 24/7 e si comporta come Vito Catozzo.

Insomma, una mattina il bastardo si sveglia, va in cesso, piscia, scorreggia e, mentre si sta sgrullando l’uccello prima di andare a fracassarmi il culo di lavoro in aula, gli viene una strafottutissima idea fantastica.

Esclama “Fanculo sì!” (che equivale a “Eureka!”), si tira su la chiusura lampo senza guardare in basso (rischiando in tal modo di farsi fuori il frenulo… l’entusiasmo incontenibile è un rischio mica da poco, gente) e, tra sé e sé, plasma la sua trovata da un cazziliardo di dollari.

“Hey! Potrei rompere i coglioni all’assemblea degli onorevoli dicendo che sarebbe anche ora di rinunciare alla pensione che ci ficchiamo in saccoccia dopo cinque anni! Cioè: quelli col cazzo che votano a favore! E io cosa ho da perdere? Una bella merda di niente! Anzi: su Repubblica e Il Fatto Quotidiano pubblicano un bell’articolo con la storia della mia proposta, scrivono che tutte le amebe parlamentari mi hanno sfanculato e hanno votato contro… facebook andrebbe in orbita! E alla fine mi tengo il vitalizio comunque… dopo soli cinque anni proprio come tutti gli altri! AHAHAHAHAHA! INOLTRE divento addirittura l’eroe della rivoluzione! Figata termonucleare globale iperspaziale!

Il parlamentare del partito dell’Opposizione monta in autoblu e si reca in Parlamento con un sorriso tipo Ron Jeremy che sta per piantare l’affare nell’intestino crasso di una cheerleader diciannovenne che gli decora il muso da un orecchio all’altro.

Chiede la parola.

Gliela concedono.

Il parlamentare eroe della rivoluzione tira fuori il suo pacchettino di foglietti A4 con il discorso che gli ha scritto uno appena laureato di cui non ricorda nemmeno il nome.

Petto in fuori e testa alta, comincia a leggere le sue stronzate sugli Italiani che lavorano fino a novant’anni, sui politici collusi mafiosi piduisti ricchi da far schifo con cinquanta televisioni che non combinano un cazzo dalla mattina alla sera ma vanno a troie minorenni mentre la stampa estera ci deride.

“Quindi, onorevoli colleghi e onorevole presidente, e conlcudo il mio intervento… propongo a quest’assemblea un atto di coraggio, un atto che restituisca dignità al Parlamento e al Paese stesso! Per una volta, onorevoli colleghi, votiamo a favore della Gente e contro questi nostri diritti assurdi e insensati! Facciamolo avendo a cuore il futuro della Nazione! Soprattutto alla luce della situazione economica e sociale che il Paese sta attraversando! Grazie.”

Votazione.

Presenti: 525

Votanti: 520

Astenuti: 5

Maggioranza: 261

A favore: 22

Contrari: 498

Onesti: c’era qualcuno che si aspettava un risultato diverso? Tra quei ventidue tromboni che hanno votato a favore della proposta, dico.

Col cazzo.

In pratica cos’è accaduto?

Altri ventuno parlamentari, oltre al promotore dell’iniziativa, hanno fatto uno più uno e hanno deciso di diventare eroi della rivoluzione gratis. Del tutto consapevoli che, alla fine della giornata, il vitalizio se lo metteranno in tasca dopo cinque anni comunque… però a testa alta e con dignità.

Pezzi d’immondizia ipocriti.

Branco di preti moralisti falsi col dito alzato, siete lammerda. LAMMERDA.

Quei quattrocentonovantotto che vi hanno votato contro sono meglio di voi.

Belzebu, il Signore Delle Mosche, è meglio di voi.

Attila e gli Unni erano meglio di voi.

Vlad Tepes l’impalatore era meglio di voi.

Figuriamoci Berlusconi.

Magari c’è qualche migliaio di ingenui su facebook che si bevono questa solenne stronzata da grillini apostoli di Travaglio e tutto il resto.

Io no.

Mi fate cagare soriani tigrati.

Annunci

16 responses to this post.

  1. Guarda che il soriano tigrato è una GRAN bella bestia. Ed è anche permaloso e vendicativo. A parte quello hai solo ragione.

    Rispondi

  2. Il soriano tigrato è la razza ariana dei felini.

    Rispondi

  3. Scommetto che è lo stesso onorevole che fa le interrogazioni parlamentari sul problema delle “Scie Chimiche”…

    Cordialità

    Attila

    Rispondi

  4. Stesso partito di sicuro.

    Rispondi

  5. Approvo tutto quello che hai scritto, tanto che penso che i metodi di Vlad Tepes l’Impalatore siano oggi l’unica soluzione ai problemi politici italiani.

    Rispondi

  6. Posted by ty on novembre 17, 2010 at 17:05

    Bello l’impegno senza scatto alla risposta!
    Anche l’immunità parlamentare a De Vanesiogistris.

    Rispondi

  7. Arpioni sei un demente: il turbo hamster in apertura mi ha fatto ribaltare dalla sedia. C’ho messo un quarto d’ora a riprendermi.

    E il post e’ spettacolare:

    Mettiamoci nei panni di un parlamentare di una formazione politica dell’Opposizione al cui vertice sta un ex-magistrato che fa a cartoni con la lingua italiana 24/7 e si comporta come Vito Catozzo.

    Rispondi

  8. @ Ares – Martedì sera, in birreria da Culo Di Marmo, ho bevuto un po’ per celebrare lo sciopero del giorno dopo. Alla fine ero pieno a puntino e sono andato in cesso a pisciare. Lo sciacquone non funzionava. Ho bestemmiato. Sono uscito dal cesso, mi sono lavato le mani. Proprio mentre me le asciugavo, è entrato uno biondo, grosso, con gli occhiali e mi ha fatto “Ma tu sei amico del Coz?”, io: “Sì.”, lui “Ah, ok.” Mai visto prima.

    @ Frenologia – Era ora che ti facessi il profilo blogger anche tu, il prossimo passo è redarre a intervalli irregolarissimi un diario informatico a tua volta.

    @ Yoss – I criceti sono un escamotage che funziona sempre :-).

    Rispondi

  9. Ti sei guardato allo specchio e non ti sei riconosciuto…hai avuto un dialogo con te stesso…probabilmente hai bevuto petrolio.

    Rispondi

  10. Posted by ty on novembre 20, 2010 at 09:53

    -il prossimo passo è redarre a intervalli irregolarissimi un diario informatico a tua volta.

    Pensa te che questa cosa mi suona come “Dopo le canne, inevitabilmente segue il buco”.
    Che detto da Basta Con La Droga, be’… be’!

    Faccio finta di non aver letto, guaVda.

    Rispondi

  11. tanto i complimenti te li avevo già fatti.
    bon.
    ciao.

    Rispondi

  12. C’hai ragione, dio marcegaglia! non se può più di sti buonisti benpensanti del cazzo!

    leggere post come questo quasi mi riconcilia con la comunità web! grazie mille!

    Rispondi

  13. Posted by Anonymous on novembre 28, 2010 at 07:08

    Impiccati

    Rispondi

  14. Participio passato o imperativo presente?

    Rispondi

  15. Posted by Margherita on gennaio 29, 2011 at 01:33

    E così mori la speranza. Vedo che il cinismo non ti è passato.
    mah! Giusto evviva quelli che si fanno i cazzi loro prepotentemente, impunemente e palesemente. Evviva loro perché tanto visto che devono stare al potere degli stronzi, almeno che siano stronzi fino in fondo. Eh sì, abbasso l’Opposizione, che tanto non serve a un cazzo, che tanto comunque anche loro godono di tutti i privilegi.
    sì sì sì state fermi e lasciamo le cose come vanno.
    E sentiamoci brillanti quando inventando una storia, con sana maestria bukwoskiana, spieghiamo agli altri come va il mondo.
    Bravo!

    Rispondi

  16. Posted by Margherita on gennaio 29, 2011 at 01:34

    Comunque, nonostante non sia affatto d’accordo con quanto hai espresso, scrivi divinamente!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: